Se l'uomo è ciò che mangia, il cuoco è ciò che cucina?

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO
20foodblogger, 20prodotti, una passione: Pomodorino di Torre Guaceto o Cipolla di Acquaviva? ;)

La Cucina Italiana

La Cucina Italiana
Special Ambassador

Lettori fissi

la cucina di qb è anche app

la cucina di qb è anche app
per telefoni Nokia

Il fico di Leonardo

"Vedendo il castagno l'uomo sopra il fico, il quale piegava inverso sé i sua rami, e di quelli ispiccava i maturi frutti, e quali metteva nell'aperta bocca disfacendoli e disertandoli coi duri denti, crollando i lunghi rami e con temultevole mormorio disse:" O fico, quanto se' tu men di me obrigato alla natura! Vedi come in me ordinò serrati i mia dolci figlioli, prima vestiti di sottile camicia, sopra la quale è posta la dura e foderata pelle, e non contentandosi di tanto beneficarmi, ch'ell'ha fatto loro la forte abitazione, e sopra quella fondò acute e folte spine, a ciò che le mani dell'homo non mi possino nuocere". Allora il fico cominciò insieme co' sua figlioli a ridere, e ferme le risa, disse:" Conosci l'omo essere di tale ingegno, che lui ti sappi colle pertiche e pietre e sterpi, tratti infra i tua rami, farti povero de' tua frutti, e quelli caduti, peste co' piedi e co' sassi, in modo ch'e frutti tua escino stracciati e storpiati fora dell'armata casa; e io sono con diligenza tocco dalle mani, e non come te da bastoni e da sassi".

Questa novella mi è sempre piaciuta molta, tanto quanto i fichi, dei quali non mi sazierei mai.


Con gli ultimi raccolti proprio l'altro giorno mi sono "inventata", come avrebbe fatto Leonardo, anche se in modo meno ingegnoso, un dolce un po' sfizioso. Ed anche gustoso, perchè mentre lasciavo raffreddare le crostatine....qualche componente della famiglia non ha resistito...


Avete presente Cicco con Nonna Papera? Ecco...e quindi niente foto finale per le

Crostatine di fichi e cioccolato al Chianti

Ingredienti

500 gr di pasta frolla
30 fichi, possibilmente tutti uguali
1 vaso di crema Choco&Wine (http://www.borntovine.it/)

qualche cucchiaio di composta di fichi
4 bacelli di vaniglia, la scorza di un limone non trattato

Procedimento


Rivestire con la frolla 8 stampini per crostatine precedentemente trattati con lo spray staccante, ricoprirli con carta forno e legumi o gli appositi pesi. Cucinare in bianco per circa 20/25' nel forno già caldo a 180°. Togliere dal forno e lasciar raffreddare.


Portate a ebollizione 500 ml di acqua in una casseruola con i baccelli di vaniglia e la scorza di limone. Appoggiatevi sopra un cestello per la cottura a vapore e cuocetevi i fichi, tagliati in 4 parti, per 2-3’.


Spennellare le crostatine con un po' di composta di fichi appena diluita con un cucchiaio di acqua calda, stendere con la spatolina un paio di cucchiai di crema (cioccolato fondente al 70% e vino di ottima qualità, in parti uguali), adagiare i fichi in spicchi, raffreddati, e saziatevene subito, magari accompagnandoli con un passito un po' particolare, come "Il Nero" di Vignalta, come avrebbe sicuramente avrebbe fatto Nonna Papera!



0 ingredienti:

Posta un commento

Benvenuti nella mia cucina!