Se l'uomo è ciò che mangia, il cuoco è ciò che cucina?

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO
20foodblogger, 20prodotti, una passione: Pomodorino di Torre Guaceto o Cipolla di Acquaviva? ;)

La Cucina Italiana

La Cucina Italiana
Special Ambassador

Lettori fissi

la cucina di qb è anche app

la cucina di qb è anche app
per telefoni Nokia

Mamma, ceniamo con latte e strudel?


Vi è mai capitato, alla domenica sera, dopo una giornata trascorsa all'aria aperta, una volta tornati a casa, di desiderare un bicchiere di latte caldo? E' un'immagine che mi porta indietro alla mia infanzia, da inappetente cronica, dove con un po' di latte caldo mia madre si rasserenava, dopo aver passato in rassegna, con esiti negativi, dispensa e frigo.

Da un anno a questa parte. wow!, vicino a casa è stato installato un distributore di latte crudo ed il consumo in casa è aumentato in quanto si tratta di consumare un latte che finalmente sa di latte (e non di un alimento analogo, depotenziato nel gusto seppur caricato di vitamine che gli sono state tolte con un trattamento per farlo diventare alta qualità....lasciare tutto come natura crea...troppo difficile?).

Così, una bella fetta di dolce fatto in casa, una bella tazza di latte appena scaldato ed un frutto diventano la soluzione per una cena leggera e completa.

Le ricette dello Strudel (un dolce Turco già presente in Europa dalla metà del '600) sono innumerevoli ed il disciplinare austriaco è piuttosto segreto: così ci si sbizzarisce nella tipologia della pasta (un po' pasta matta, un po' frolla ed un po' sfoglia), nell'aggiunta di semi e di spezie, nella tipologia delle mele (anche se le renette restano la soluzione migliore).

Quella che segue è una variante, tra le tante provate, golosa, direi. Ma per una persona che adora i dolci...quale tra tutti non è goloso?

Ingredienti
250 gr di farina
1 uovo
50 gr di burro chiarificato
20 gr di zucchero
1 pizzico di sale
acqua tiepida q.b.

800 gr mele renette
3 cucchiai di pane grattuggiato
60 gr di burro chiarificato
50 gr di uvetta ammorbidita nel vino passito e 50 gr di pinoli tostati
80 gr zucchero e cannella macinata

Procedimento
Nella planetaria riunire la farina setacciata, l'uovo, lo zucchero, il sale, il burro a temperatura ambiente e l'acqua tipieda necessaria per ottenere una pasta piuttosto morbida. Formare una palla e lasciarla riposare coperta una mezz'ora.
Sbucciare le mele e tagliarle a fette molto sottili, ammollare l'uvetta, tostare i pinoli in un pentola antiaderente.

Su di un canovaccio leggermente infarinato stendere la pasta, spenellarla con un po' di burro fuso, coprirla con mele appena spadellate con una noce di burro, assieme all'uvetta, ai pinoli, alla cannella macinata ed al pane grattuggiato.

Arrotolate lo strudel sollevando il telo, senza toccare l'impasto con le mani e chiudere le estremita' del rotolo. Adagiarlo su una leccarda coperta da carta forno, spennellarlo con un po' di burro fuso e lasciarlo cucinare per 50 minuti o finchè sarà cotto ad una temperatura di 180°.

Servirlo cosparso di zucchero a velo, accompagnato con della panna montata al momento con un po' di zucchero a velo, con una pallina di gelato al fiordilatte oppure con una tazza di latte caldo.

Buona cena.




"Milkit è un kit progettato da Alexandru Adamo e Steven Koch per Play Design per aiutare ognuno di noi a trasformare una bottiglia di latte in un elegante lampada da tavolo. Il kit contiene tutto il necessario, tranne la bottiglia è ovvio, per creare la vostra lampada, compresa una serie di immagini per personalizzarla e renderla un pezzo unico ai confini tra arte e design. Niente male se consideriamo che tutto questo incoraggia la smania del fai-da-te, sostenibile oltretutto."

4 ingredienti:

  1. io sono una latte dipendente..questo strudel accompagnato al latte credo proprio che sia una delizia per il palato!!

    RispondiElimina
  2. Anche a me capita spesso la domenica oppure quando mangio tanto a mezzogiorno di desiderare la sera un bel tazzone di latte......a me piace accompagnarlo con una bella fetta di pane....proprio come me lo preparava la mia nonna quando ero piccola......cmq il tuo strudel sembra davvero delizioso!!!!!!

    RispondiElimina
  3. Salve Ragazze e grazie di essere passate. Vi assicuro che il latte crudo rende più buono qualsiasi dolce! Da quando l'ho scoperto non riesco più a farne a meno: lo raccolgo in bottiglie di vetro acquistate all'ikea ke consentono una maggiore pulizia e la tappa al distributore mi ricorda tanto la Mucca Pezzata dii nonno Alfredo e la prima volta che mi permise di mungerla....senza essere allontanata a colpi di coda!

    RispondiElimina

Benvenuti nella mia cucina!