Se l'uomo è ciò che mangia, il cuoco è ciò che cucina?

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO
20foodblogger, 20prodotti, una passione: Pomodorino di Torre Guaceto o Cipolla di Acquaviva? ;)

La Cucina Italiana

La Cucina Italiana
Special Ambassador

Lettori fissi

la cucina di qb è anche app

la cucina di qb è anche app
per telefoni Nokia

Suca Baruca...non è solo una canzone dei Pitura Freska.


"Co sto afar del si e del no

moighe un ponto, moighe un ponto

co sto afar del si e del no

moighe un ponto a tutti do.

Marieta monta in gondola che te porto al Lido

de ti no che no me fido ti se massa un impostor.

Suca, suca baruca sucu suca."


Nel 1991 i Pitura Freska rallegravano l'etere con questa canzone che prendeva in giro le donne veneziane, dando loro della "zucca vuota" perchè....non cedevano le loro grazie!


A distanza di un po' di anni invece di tentare di imparare il dialetto veneziano cantando a squarciagola "Fioi, 'ndemo a vedar i Pin Floi" (canzone che più di qualsiasi tavola rotonda politicizzata o denuncia da parte dei soloni di turno, disegnò il disastro di Venezia all'alba di un evento che avrebbe dovuto renderla "fruibile" invece la sfregiò terribilmente), la suca baruca la cucino, per la gioia dei palati e delle orecchie dei miei "cari"!

Risotto con zucca in agrodolce, guanciale e riduzione di Chianti

Ingredienti

Una zucca rotonda media da pulire, 2 scalogni, una fetta di guanciale da circa gr 200, gr 400 gr di riso vialone nano presidio Slow Food di Grumolo delle Abbadesse, 1 cucchiaino di zucchero di canna, 1 bicchiere abbondante di vino bianco secco (ho usato Sauvignon Fumè), 1 spruzzatina di aceto bianco, brodo vegetale qb, sale e pepe nero macinati al momento, burro e formaggio parmigiano per la manteca, 1 scalogno ed un bicchiere abbondante di vino per la riduzione di Chianti.

Procedimento

Pulire la zucca, tagliare a tocchetti la polpa, tenendone da parte circa 100 gr per la dadolada e cucinarla in forno per circa mezz'ora.

Tagliare la fetta di guanciale in cubettini e rosolarla in una padellina antiaderente senza aggiungere grassi. Mettere da parte.

Tagliare a brunoise la zucca, rosolarla a fuoco vivace nella medesima padellina usata per il guanciale, aggiungere un po' di vino, una spruzzata di aceto, un cucchiaino di zucchero ed abbassare il fuoco. Far andare per qualche minuto: la brunoise deve risultare appena ammorbidita e composta nella struttura. Mettere da parte al caldo insieme al guanciale.

In un pentolino mettere il Chianti e lo scalogno (che serve per addolcirne il gusto) e lasciar ridurre ad 1\3 del totale.

Far appassire dolcemente lo scalogno tritato finemente in una casseruola di rame, tostare il riso, sfumare con un bicchiere di vino bianco ed appena assorbito, aggiungere un mestolo di brodo vegetale. Aggiungere la zucca cotta in forno e schiacciata con una forchetta e continuare la cottura. Regolare di sale.

Un minuto prima spegnere il fuoco, aggiungere il burro ed il formaggio parmigiano grattugiato perla manteca, macinare un po' di pepe nero e coprire per un paio di minuti.


Mise an place: aggiungere sul fondo un cucchiaio di riduzione, con il coppapasta dare un minimo di forma al riso e decorare con la dadolada di guanciale e zucca agrodolce.

.


Il cesto delle meraviglie...le zucche sono state cucinate, le malagrane pure...mancano le castaghe ed i cachi..

7 ingredienti:

  1. molto particolare questo risottino!!! io che adoro la zucca non posso non provarlo!

    RispondiElimina
  2. benvenuta e complimenti per il tuo blog!
    ciao

    RispondiElimina
  3. Non seguo molto il gruppo di cui parli tu, però questo piatto lo seguirei subito...sembra davvero gustoso. Un bacione.

    RispondiElimina
  4. @ Grazie Micaela, dimmi poi se ti è piaciuto!

    @ Grazie Pinar ed a presto.

    @Essenza di Cannella: il gruppo è legato a me in fb in attesa di raggiungere un numero congruo di fans per dare vita alle iniziative legate alla radio ed ai corsi. Un divenire continuo! Un bacio a te.

    RispondiElimina
  5. La zucca ed io non andiamo molto d'accordo, col risotto poi ci ho fatto il crocione, ma a vedere il tuo così cremoso quasi quasi rifarei un tentativo, visto che poi qui il Chianti è di casa!!
    ottima ricetta, a presto

    RispondiElimina
  6. comprato proprio oggi una fetta di zucca...bel suggerimento! :)

    RispondiElimina
  7. @ Ciao Milla, l'alternativa potrebbero essere dei ravioli, con zucca ed amaretti, tipo disfida del tortello, ed una riduzione, quasi sciroppo di Chiandi....mamma, che tentazione!

    @ Cioa Anonimo, come è andata? :-)

    RispondiElimina

Benvenuti nella mia cucina!