Se l'uomo è ciò che mangia, il cuoco è ciò che cucina?

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO
20foodblogger, 20prodotti, una passione: Pomodorino di Torre Guaceto o Cipolla di Acquaviva? ;)

La Cucina Italiana

La Cucina Italiana
Special Ambassador

Lettori fissi

la cucina di qb è anche app

la cucina di qb è anche app
per telefoni Nokia

Istantanee di un inverno: il Tardivo ed il Morlacco

Il fatto che da 24 ore ci sia il sole (e con esso è tornata prepotentemente la polvere, avete notato?) non vuol dire che si possa già parlare di fave, pisellini ed asparagi, anche se la voglia è tanta. Nel cuore…e nel panaiere della spesa ancora il fiore d’inverno per eccellenza, il radicchio tardivo di Treviso, prodotto IGP, che amo davvero tantissimo.

Lo accompagnerei con un altro tesoro della nostra tradizione contadina, già Presidio Slowfood, il formaggio Morlacco: “Murlak, Murlaco, Burlacco o Morlacco erano i nomi con i quali storicamente si indicava un formaggio di latte vaccino prodotto nell’area dell’altopiano del Grappa. Pastori e boscaioli, insediatisi sul Grappa nel periodo della Repubblica di Venezia, usavano fare un formaggio di latte vaccino tenero, magro, a pasta cruda che ha preso il nome dalla loro terra d’origine: la balcanica Morlacchia. Un tempo il latte era scremato totalmente e il grasso era usato per fare il burro che era venduto in pianura: con quello avanzato, invece, si produceva un formaggio “povero”, base dell’alimentazione dei malgari. Il latte in passato era quello delle vacche burline, unica razza bovina autoctona del Veneto oggi a serio rischio di estinzione. Piccoline, dal manto bianco e nero, rustiche e adatte ai magri pascoli del Grappa, producevano un buon latte ma in quantità limitata, non paragonabile alle produzioni odierne delle frisone o delle bruno alpine”.

E dove le mettiamo tutte queste bontà? Nelle crepes, naturalmente!

04112009879

Pasticcio di crepes con tardivo e morlacco.

Ingredienti per le crepes

250 gr di latte crudo, 75 gr di farina 00, 75 gr di farina di grano saraceno, 60 gr di burro chiarificato, 2 uova, sale

 Ingredienti per la besciamella

80 gr di farina 00, 80 gr di burro chiarificato, 1 lt di latte crudo, 300 gr di brodo vegetale, sale, pepe bianco e noce moscata.

Altri ingredienti

800 gr di radicchio tardivo, 300 gr di morlacco, 300 gr di guanciale, sale, pepe, aglio, timo fresco e parmigiano reggiano grattugiato q.b.

 

04112009883

Preparare le crepes come di consueto e mettere da parte (con questa quantità se ne dovrebbero produrre dalle 12 alle 16, a seconda del diametro della padella)

Tagliare il guanciale  in dadolada e renderlo croccante in una padella antiaderente. Mettere da parte.

Tagliare il Morlacco in dadolada e metterlo da parte.

Mondare il radicchio, tagliarlo a julienne, aromatizzare nella padella utilizzata per il guanciale con uno spicchio d’aglio, aggiungere il radicchio che verrà appassito con una cottura di una decina di minuti. Regolare di sale e pepe. Mettere da parte.

Preparare una besciamella, diluita con un po’ di brodo vegetale prima dell’addensamento, e mettere da parte.

Ed ora la parte finale: partendo da un po’ di besciamella sul fondo della pirofila, o di mini cocotte in porcellana, creare una millefoglie di crepes, radicchio, morlacco, guanciale, foglioline di timo, besciamella e parmigiano, fino ad esaurire gli ingrdienti, avendo l’accortezza di chiudere decorando con gli ultimi “ciccioli” rimasti di guanciale, qualche strisciolina di tardivo ed una spolverata di parmigiano.

Mettere in forno a 180° per 20’ circa e dorare la superificie  per qualche minuto sotto il grill a temperatura molto elevata.

12 ingredienti:

  1. Carissima, ho finalmente pubblicato i muffins copiati da te! Certo a casa mia sono finiti già lunedì mattina... ma il post l'ho scritto proprio quel giorno, ma l'ho pubblicato solo oggi! Quindi, adesso, non mi resta che rifarli... con il burro chiarificato fatto proprio da me!
    Baci maestra!
    Stefania

    RispondiElimina
  2. omplimenti...un "pasticcio"...super delizioso.

    bellissimo il tuo blog.

    buon fine settimana

    RispondiElimina
  3. @ Ciao Stefania e grazie per le tue parole. Ora vado a vedere anche il post con più calma di stamattina all'alba!

    @ Grazie Alice e buon fine settimana anche a te. A presto.

    RispondiElimina
  4. Un "pasticcio" davvero ben riuscito! Brava "pasticciona"...un bacione e buon week end ^_^

    P.S. se ti andasse di partecipare, sto organizzando una raccolta di ricette zafferanose

    http://notedicioccolato.blogspot.com/2009/11/quel-mazzolin-di-fiorisemplicemente-oro.html

    Ciao ciao

    RispondiElimina
  5. Come mi piace il Morlacco, quando vado a Bassano mangio sempre delle tagliatelle funghi e morlacco!
    bello l'abbinamento con il tardivo!
    Io l'ho abbinato (il radicchio) alla zucca per dei muffins salati... amo giocare come te con la stagionalità... il nostro territorio ci regala gran prodotti!

    ciao

    Terry

    RispondiElimina
  6. Bello il tuo blog, complimenti per questo connubio di sapori. Max

    RispondiElimina
  7. che buone!!!! le foto sono meravigliose e le crepes sembrano davvero saporite!!!

    RispondiElimina
  8. @ Grazie Federica e grazie anche per avermi invitata alla raccolta! Ne ho un paio di testate...e magari potrei studiarne una tutta dedicata! A presto.

    @ Ciao Terry, bello l'abbinamento con la zucca, davvero intrigante. Del resto autunno ed inverno sono le stagioni che preferisco. Come ti giri al mercato ti viene in mente una ricetta!

    @ Grazie Max, molto lieta e benvenuto! Mi piace giocare con i sapori anche se alla fine è la bontà delle materie prime che fa la differenza. A presto!

    @ Grazie Cara, ti assicuro che sono sparite. Venerdì a casa avevo gemelli di mia sorella che le hanno ADDIRITURA mangiate, non solo guardate con aria sospettosa (lo fanno con tutto il cibo che non assomiglia alla pizza ed alle patatine.... :-)

    RispondiElimina
  9. Ottimo questo pasticcio ed ottimo l'abbinamento del Morlacco con il radicchio tardivo, due sapori che si fondono senza coprirsi. Delle crepes così sono irresistibili, a tavola siamo sicuri che abbiamo esultato tutti!
    Baci da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  10. che bella ricetta!
    amo le crepes e le cucino spesso, però questa tua nuova variante mi tenta parecchio.

    RispondiElimina
  11. @ Salve Ragazzi! In effetti sono piaciute proprio l'armonia che hanno saputo sprigionare. Un bacione grosso anche a voi!

    @ Benvenuto o benvenuta Luxus: anch'io amo le crepes...e poi chissà perchè ne avanza sempre qualcuna che finirà inesorabilmente flambè o farcita con la nutella....è proprio vero che siamo al mondo per soffrire!

    RispondiElimina

Benvenuti nella mia cucina!