Se l'uomo è ciò che mangia, il cuoco è ciò che cucina?

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO
20foodblogger, 20prodotti, una passione: Pomodorino di Torre Guaceto o Cipolla di Acquaviva? ;)

La Cucina Italiana

La Cucina Italiana
Special Ambassador

Lettori fissi

la cucina di qb è anche app

la cucina di qb è anche app
per telefoni Nokia

"Nel rugby ci sono quelli che suonano il piano e quelli che lo spostano." (ma cosa c’entrano gli spring rolls?!)

Sabato e domenica i miei uomini sono andati a Roma a sostenere l’Italia del Rugby, mentre io, naso appiccicato alla finestra e con Agata che si appallotolava tra le mie caviglie, rimanevo a casa con la febbre a guardare l’incredibile sole che scaldava l’aria.

Immaginavo la città eterna illuminata non solo dai raggi solari ma dalla scanzonata allegria della tifoseria che serenamente segue il rugby ("La mischia è la mia famiglia", secondo Mauro Bergamasco), resa ancora più divertita e divertente dal tasso alcolico che rarissimamente rende molesti, pericolosi, dannosi…si insomma, come alcuni tifosi del calcio. Non per niente in inglese non si dice “rugby player” ma “rugby man” perchè è una fede, una scelta di tutta la vita (e lo so perchè in casa si respira rugby da sempre: giocato, fotografato, scritto!).

E le foto che hanno scattato Roberto ed Edoardo testimoniano questo sport, che si vive in tre tempi….ed io mi sono ispirata al terzo! Nel senso che anche Enrica era raffreddata ed ha pensato, come comfort food, ad uno dei piatti più conosciuti della cucina cinese, la sua passione.

Spring Rolls o Involtini primavera

Ingredienti

Fogli di pasta per wonton, 2 carote, 2 porri, 1 cipollotto, qualche foglia di verza, 100 gr di germogli di soia, un cucchiaio di radice di zenzero fresca grattugiata, un cucchiaio di mandorle a lamelle, salsa di soia, olio evo.

Procedimento

Tagliare a julienne le verdure e saltarle per qualche minuto con la salsa di soia, aggiungere i germogli di soia e le mandorle a lamelle. Mettere da parte.

Disporre sul tavolo da lavoro i fogli di wonton (io li ho trovati in un negozietto cinese, vicino alla stazione di Padova, su indicazione del mio maestro Carlo) e mettere una cucchiaiata di verdure in un angolo della pasta, arrotolare avvolgendo il ripieno, piegare i due lembi laterali e chiudere il roll.

Ungere una pirofila con un po’ di olio evo, adagiare gli involtini e cucinarli nel forno caldo a 200° fino alla doratura; la cottura in forno consente di usare meno olio rispetto alla frittura e di renderli un po’ meno unti.

Li abbiamo gustati con una salsina base di passata di pomodoro, scalogno ed aglio, salsa di soja, peperoncino, arachidi tritate, latte di cocco e zucchero di canna…..e siamo miracolosamente guarite! ;-)

"Il rugby è una buona occasione per tenere lontani trenta energumeni dal centro della città"
Oscar Wilde

11 ingredienti:

  1. Gli spring rolls c'entrano sempre.... eccome!!!
    Magari non curano il raffreddore ma certamente ti confortano mentre ce l'hai.
    Quanto a salsa io sono per il super piccante, ho una deviazione e una devozione assoluta per il puré di peperoncini thai.

    Bacino.....Fabi

    RispondiElimina
  2. siete guarite poiche', come suggerito, ti sei scaldata con l'amicizia che ti circonda ( in questo caso l'amore della dark ), le coccole, da sempre, compiono miracoli, quelle tra madre e figlia sono riconosciute ufficialmente anche in campo medico! :-)
    sono contrario all'utilizzo della soja, tra gli ogm piu' contaminati/contaminanti. vedro' cosa utilizzare come alternativa (magari le punte di asparago novello?). credo che provero' a preparare questi involtini, sempre che riesca a trovare la sfoglia ( al limite ricorrero' a qualche surrogato sulla piazza ). rimango in paziente ( bufalo nello zodiaco cinese )attesa di succosa carne ( o pesce ) per sorprendere/soddisfare il palato e le tanto preziose papille.
    un taumaturgico abbraccio, brontolo.

    il frusciare del vento sulla vela accarezza dolcemente la fantasia e ti trasporta piu' veloce della tua barca.

    RispondiElimina
  3. @ Ciao Fabiana, bella questa new circa il purè di peperoncini thai! E come lo prepari? ;-)

    @ Ciao Brontolo! La ricetta succosa sarà pronta per sabato, come più o meno promesso. Per quanto riguarda i germogli, ovviamente solo bio (cercando di fidarmi di quanto sottoscritto nella confezione, no ogm, anche se si tratta di soja) mentre la pasta, se la trovi nel reparto etnico della grande distribuzione o in qualche negozio cinese della tua città, potresti sostituirla con uno o due fogli di pasta fillo (greca) che ho trovato anche fresca preparata dalla buitoni (in quanto solitamente si trova solo congelata), ma in tanti anni solo una volta.
    Un salutone.

    RispondiElimina
  4. Buonissimi!!! li adoro...al ristorante cinese ne mangio sempre una dose doppia...baci

    RispondiElimina
  5. @ Ciao Luciana! In effetti sono davvero tentatori e cotti così ne mangi anche di più. Un bacione.

    RispondiElimina
  6. La cucina ti ha reso giustizia perchè hai preparato delle delizie! Peccato non aver potuto godere della trasferta... L'atmosfera qui a Roma era allegrissima (come sai!). Molto bello!
    Un abbraccio. Deborah

    RispondiElimina
  7. Buongiorno Deborah! Sapessi come avreivoluto essere lì! E se pensi che oggi si sono aperte le cascate del cielo!! Un abbraccio forte!

    RispondiElimina
  8. Mi sembra molto bello quello che c'è intorno al rugby, le foto lo testimoniano!
    Ad Enrica gli involtini saranno sicuramente piaciuti!

    RispondiElimina
  9. Grazie Tania! E complimenti per il tuo blog: è sempre più bello!

    RispondiElimina
  10. Approfitto di questi meravigliosi involtini per salutarti! Io studio archeologia della Cina e quando vedo gli involtini primavera inevitabilmente mi commuovo ^_^
    I tuoi hanno proprio una bella faccia! Vorrei provarli anch'io, solo che dovrò mettermi in cerca della pasta adatta! Che grande sfida!

    Ti saluto affettuosamente!

    Rita

    RispondiElimina
  11. Buongiorno Rita e benvenuta! Che bella la tua professione, lo studio dell'archeologia della Cina. Dev'essere un'emozione ad ogni scoperta. La pasta la trovi nei negozietti etnici...con un po' di fortuna! Un sautone ed a presto.

    RispondiElimina

Benvenuti nella mia cucina!