Se l'uomo è ciò che mangia, il cuoco è ciò che cucina?

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO
20foodblogger, 20prodotti, una passione: Pomodorino di Torre Guaceto o Cipolla di Acquaviva? ;)

La Cucina Italiana

La Cucina Italiana
Special Ambassador

Lettori fissi

la cucina di qb è anche app

la cucina di qb è anche app
per telefoni Nokia

Miniquiche di melanzane, pomodorini confit e bottarga: la bontà come ingrediente segreto.


Visualizza Miniquiche di melanzane, pomodorini confit e bottarga




Il nuovo contest di Un tocco di zenzero mi ha affascinato immediatamente, sia per la bontà dell'ingrediente segreto che per la dicitura del burro 1889 salato: "da panne riposate"..beate loro! Io, essendo piuttosto agitata di mio, darei vita ad un burro un po' isterico :-)


Per cui, grazie alla complicità di un'amica torinese di passaggio per la Maratona del Santo, ho recuperato l'ingrediente segreto che ha trasformato queste miniquiche, che potrebbero anche essere partecipare al mio, di contest, visto che sono state "gustate" per il posticipo del Milan!

Miniquiche di melanzane, pomodorini confit e bottarga


Ingredienti per la frolla: 250 gr di farina 00, 125 gr di burro 1889 salato ammorbidito, 1 uovo, 1 cucchiaino di zucchero di canna, 40 ml di acqua fredda.

Ingredienti per la farcitura: 3 melanzane, 250 gr di pomodorini datterini, 2 cipollotti, 2 uova, 150 gr di ricotta di bufala, 150 gr di panna fresca, 20 gr bottarga di tonno, coriandolo e pepe nero macinati al momento, zucchero di canna.

Visualizza Miniquiche di melanzane, pomodorini confit e bottarga




Procedimento
In un teglia antiaderente versare i pomodorini con un po' d'olio evo, sale e pepe ed un po' di zucchero di canna. Mettere nel forno a 130° per almeno un paio di orette.

Nel frattempo preparare la frolla, modellare un panetto che, avvolto con pellicola e riposto in frigo, riposerà un'oretta.

Mondare le melanzane, eliminare la maggior parte della parte bianca, tagliarle in dadolada piccola (1x1) e rosolarle per circa 15'-20' con i cipollotti tagliati a fettine sottili con un po' di olio evo.

Stendere la frolla, rivestire dei mini stampini da crostata e far riposare in frigo per circa 20 minuti.

In una ciotola sbattere le uova con un pizzico di sale e pepe macinati al momento, unire la ricotta e la panna e mescolare fino ad ottenere un composto liscio con una frusta. Aggiungere la bottarga ed il coriandolo macinato.

Per ogni tortina versare un paio di cucchiai di dadolada di melanzane, 3-4 pomodorini e coprire con il composto liquido.

Far cucinare in forno caldo a 180° per almeno 25'-30' e servire con una insalatina fresca o con della rucola. E vinca il migliore!

7 ingredienti:

  1. Mi piacciono molto queste mini quiche, � un modo anche raffinato per un ginger food, o antipasto, � una ricetta che terro presente, da provare!!
    Ciao e buona giornata

    RispondiElimina
  2. la frolla al burro salato è fantastica e ancora più il ripieno!!

    RispondiElimina
  3. @ Grazie! Poi sappimi dire se ti è piaciuta!

    @ Grazie Giò. Sto studiando nuove variazioni! :-)

    RispondiElimina
  4. quel burro salato sta diventando un pensiero fisso! lo voglio anch'io mannaggia! complimenti per la ricetta, me la sto gustando mentalmente :)

    RispondiElimina
  5. ciao..
    sono lia e mi fà molto piacere di averti tra i sostenitori..
    sono affascinata dal tuo presentare le ricette..
    se non sbaglio mi sembra di aver letto in queste miniquiche del burro salato..
    salatooo!! ma esiste.?! e dove?
    da ora in poi ti seguirò piu spesso
    ciao e buonanotte

    RispondiElimina
  6. @ Ma sai che hai ragione Tibia? L'ho scoperto qualche tempo fa ed in effetti è davvero un ingrediente segreto!

    @ Ciao Lia, mi è piaciuto molto il tuo blog in duplex, troppo simpatico! Il burro salato non è facilissimo da trovare. Nella grande distribuzione sicuramente in quelle catene "francesi" d'origine, come Auchan o Carrefour, che hanno come tradizione l'utilizzo del burro salato. Circa il 1889 l'ho ricevuto in regalo e lo sto cercando nelle migliori gastronomie locali (purtroppo Padova ha chiuso la mitica Vignato e mi sono dovuta trasferire nel veneziano per la ricerca). Grazie per il tuo apprezzamento e ti aspetto presto!

    RispondiElimina
  7. il burro salato! io l'ho scoperto le prime volte che andavo a Londra (tempi molto lontani oramai!! sigh!) in effetti qui non è facile da trovare, mi rivolgerò ad un mio amico che commercia con fromaggi e derivati del latte. Secondo te si può ottenere provando a fondere piano piano il burro, aggiungere il sale e poi lasciando solidificare nuovamente?
    Ornella

    RispondiElimina

Benvenuti nella mia cucina!