Se l'uomo è ciò che mangia, il cuoco è ciò che cucina?

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO
20foodblogger, 20prodotti, una passione: Pomodorino di Torre Guaceto o Cipolla di Acquaviva? ;)

La Cucina Italiana

La Cucina Italiana
Special Ambassador

Lettori fissi

la cucina di qb è anche app

la cucina di qb è anche app
per telefoni Nokia

Pranzo in ufficio take away, per non perdere le buone abitudini

Ogni tanto devo fare un salto in ufficio e di solito cerco di andarci mentre l'azienda è in pausa pranzo: il telefono squilla pochissimo, i collegamenti con la rete sono più immediati, poche distrazioni insomma. E negli anni ho sempre cercato di saltare il pranzo, in modo da poter recuperare successivamente il tempo guadagnato seguendo i figli nei loro innumerevoli impegni.
Altro che wonderwoman: noi donne lavoratrici (sia dentro che fuori casa, non cambia certo) e madri di famiglia potremmo essere di diritto considerate l'amministratore delegato di una piccola impresa che si occupa di servizi, no? E provate a pensare all'impegno quotidiano nel far quadrare il bilancio: altro che disavanzo primario!

Ma qualche volta in ufficio bisogna anche fare una pausa pranzo e l'idea di prendere l'auto ed uscire (magari passando dai 18° interni ai 42° esterni) per un'anonima insalatona oppure un avvizzito panino non mi ha mai preso molto per cui ho sempre cercato di portarmi qualcosa da casa e negli anni sono riuscita a contagiare più di qualche collega! E poi, un caffè come si deve!

Cereali in insalata con pollo aromatizzato al lime e coriandolo

Ingredienti
500 gr tra riso basmati, riso thai, grano saraceno, bulgur (nella proporzione che preferite, lessando i singoli cereali e mixati dopo la cottura), un petto di pollo, un lime, 6 carciofi, pecorino stagionato, un trito aromatico di timo e coriandolo fresco, qualche foglia di basilico spezzata con le mani, olio evo, sale e pepe.

Preparazione
Pulire il petto di pollo, ottenerne dei filetti e marinarli per 15' con il succo di un lime e qualche grano di pepe nero. Cucinarli con una padella antiaderente ben calda. Mettere da parte.
Lavare e pulire i carciofi e tagliarli a spicchi. Rosolarli in una padella con poco olio. Quando sono coloriti unire un pò d'acqua oppure del brodo vegetale, unire il trito aromatico e cucinarli coperti per 25'-30'.
Lessare i cereali, scolarli bene e saltarli con un po' d'olio evo in una padella saltapasta o in un wok unendo i petti di pollo tagliati in dadolata, i carciofi brasati e la buccia grattugiata del lime. Regolare di sale e per ultimo il basilico tritato grossolanamente con le mani.
Lontano dal fuoco ed a temperatura ambiente aggiungere un po' di pecorino (se piace) grattugiato con la microplane.


Un cestino di vimini, una tovaglietta in bambù, un tovagliolo vichy, magari un bicchiere di vetro.... ed il vostro pranzo take away è pronto! Si, ma spegnete il computer per almeno una mezz'ora. :-)

12 ingredienti:

  1. Complimenti. hai davvero tanta fantasia!
    Credo che proverò a farlo per il prossimo picnic in campagna!!!

    RispondiElimina
  2. vivo di pranzi portati da casa nei miei adorati "bento".
    non riuscirei mai a saltare il pranzo, nello stomaco ho ad una certa ora dei gattini che miagolano!!!!
    sentissi che baccano!
    mi piace il tuo misto cereali.
    è una bella idea.
    ciao ciao

    RispondiElimina
  3. io pranzo tutti i giorni in ufficio e a volte sono proprio in difficoltà perchè mi ritrovo a mangiare sempre le stesse cose! mi hai dato un'idea in più!!! un bacione.

    RispondiElimina
  4. sicuramente molto meglio di quelle schifezze che uno può mangiare mentre lavora. ciao kiss

    RispondiElimina
  5. E mica solo in ufficio!! Questa bella ricetta mi sembra ottima anche per un pic nic! Bravissima!!

    RispondiElimina
  6. eh eh eh! immagino già le faccette sbavose dei colleghi se mi porto per pranzo un piattone così!!!

    RispondiElimina
  7. Mi stuzzica questo piatto: leggero e profumatissimo :-))


    www.radicchiodiparigi.wordpress.com

    RispondiElimina
  8. e dove lo troveresti qualcosa di così sfizioso?? io sono per la pausa pranzo intoccabile, però sono anche totalmente a favore del tupperware...durante la mia breve esperienza di stagista in ufficio non ho saltato un giorno!:D ma forse non arrivavo a cotanta bontà...questa me la segno anche per il fuori-ufficio :)

    RispondiElimina
  9. pausa pranzo con la schiscia imprescindibile!!
    io ormai le cose del bar non le digerisco più!

    RispondiElimina
  10. E' una buonissima idea, in ogni occasione :-)

    RispondiElimina
  11. Ottima idea!!!condivido in pieno il fatto di portarsi il cibo da casa e poi così curato e gustoso,è veramente mille gradini in più dei poveri e scialbi intrugli che ci vendono al bar!!!10 e lode..fra l'altro la ricetta è ottima anche per mangiarsela a casa!!!felice weekend

    RispondiElimina
  12. @ Grazie Ragazze. Ma che piacevole sorpresa! Allora non sono l'unica che si stressa durante la pausa pranzo e preferisce il take away fai-da-te, molto più sano ed anche economico, che non guasta mai. E poi ci sono di quei cestini-bento in giro....che tentazione!

    RispondiElimina

Benvenuti nella mia cucina!