Se l'uomo è ciò che mangia, il cuoco è ciò che cucina?

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO
20foodblogger, 20prodotti, una passione: Pomodorino di Torre Guaceto o Cipolla di Acquaviva? ;)

La Cucina Italiana

La Cucina Italiana
Special Ambassador

Lettori fissi

la cucina di qb è anche app

la cucina di qb è anche app
per telefoni Nokia

TORTA KARINA E KOKKOLOSA per la COMETA PASTICCIONA


Un aspetto interessante di essere nella cucina di un evento come quello dello Sherwood Festival è che....non ti sposti dalla cucina! Nel senso che nel villaggio, che viene costruito di sana pianta ogni anno, prendono vita per un mese moltissime realtà che vengono regolarmente riportate dalle ragazze quando, al mattino (e qui il concetto di mattino è molto personalizzato) si presentano con occhialoni scuri e maga bicchierone pieno di tè gelato. Realtà che riesco a vivere grazie ai loro racconti ed alle loro risate e, purtroppo, personalmente in minima parte (ah, la vecchiaia!).
Un sorriso, quattro chiacchiere e poi via, la brigata si ricompone e si comincia a lavorare di buona lena.
"Quante persone ci saranno a pranzo?"
"Quali artisti sono previsti oggi?"
"Facciamo i muffin?"

E mentre riflettevo sulla bellezza di queste ragazze, del loro cuore al di là dell'ostacolo, del loro entusiasmo, dei loro valori ho avuto come un lampo: La cucina di Albertone e la raccolta di Pan di Panna! Caspita, come ho fatto a dimenticarmene?


Così ho spiegato alle ragazze il senso dell'iniziativa e siamo giunte ad una ricetta: uno dei temi dello Sherwood Festival 2010 è il riciclo. In cucina c'è un sacco di pane. Cosa ci possiamo fare? Ma una fantastica torta di pane dolce, come si usava nelle cucine di tanto tempo fa, quando l'arte di non buttare nulla diventava inesorabilmente una virtù.

Ed è nata questa TORTA KARINA E KOKKOLOSA: carina e coccolosa come i pinguini di Madagascar e con la kappa perchè solo le donne sono in grado di salvare questo mondo :-)

Ingredienti
1 kg di pane raffermo, 1 lt di latte, 6-8 uova, 200-250 gr di zucchero, cannella, un pizzico di sale integrale, un pugno di uvetta sultanina, la scorza grattugiata di un paio di limoni non trattati (le dosi degli ingredienti sono ad occhio in quanto le pile della bilancia devono essere finite in qualche mp3).

Procedimento
Tagliare il pane a tocchetti, metterlo in una ciotola capiente ed unire il latte caldo. Ricoprirlo con la pellicola e riporlo per un'intera giornata.
Riprendere l'impasto, spezzettarlo al meglio con le mani, armarsi di un robusto mestolo di legno ed unire le uova intere, una alla volta, aggiungere lo zucchero (ad occhio ed a gusto), la cannella tritata, il pizzico di sale, l'uvetta ammorbidita con un po' di acqua calda e la scorza dei limoni.

Ricoprire con della carta forno due padelle di circa 26-28 cm di diametro (momentaneamente adibite a tortiere), dividere equamente l'impasto e metterle nel forno a gas (quello in dotazione) a circa 160° (presunti, il termostato è in riposo sabbatico) per circa 40-50 minuti (l'orologio invece ha un fuso orario tutto suo). La prova stecchino è d'obbligo.

Farle raffreddare in una gratella (oppure sopra qualcosa che possa assomigliarle), adagiarle in un bel piatto di portata (gentilmente offerto dall'enoteca), spolverizzarle con zucchero a velo, servendole con un po' di panna appena zuccherata e montata al momento (perchè se si monta una quantità superiore sparirà nel giro di 10').

Ecco quindi il contributo di una parte della Brigata di Cucina dello Sherwood Festival: Arianna, Silvia, Valentina e Valentina "Trilli" per
La Cometa Pasticciona.

13 ingredienti:

  1. una preparazione economica ecologica e golosa!!!Ma che brave che siete state!!!Mi sa che l0anno prossimo vi vengo a trvare... a Shervood!!!

    RispondiElimina
  2. MMMM...Karina, kokkolosa e.....deliziosa!!!

    RispondiElimina
  3. mmmh... ma cos'è questo festival? mai sentito parlare...ma voglio andarci assolutamente!!! Per quanto invece riguarda questa torta... dev'essere davevro deliziosa!!! Ottima per i bambini...ma anke per i grandi!!! ;-)

    RispondiElimina
  4. una bella ricetta sopratutto per l'utilizzo del pane raffermo, una bella idea

    RispondiElimina
  5. CARINI E COCCOLOSI! VI VOGLIO CARINI E COCCOLOSI!!! hahahaha mi fanno morire!!! mi piace questo dolce, mai provato con il pane raffermo!
    complimenti
    Kiss
    Pina

    RispondiElimina
  6. Bellissima la torta, mitico il richiamo ai mitici pinguini e stupenda il vostro contributo.
    Un abbraccio a te e alle ragazze.
    Albertone

    RispondiElimina
  7. non conoscevo questo festival. I pinguini !!! gnam!

    RispondiElimina
  8. Una ricetta fantastica! Il riciclo per dare vita a una vera bontà, che "spettacolo"! Bellissimi tutti i tuoi post e soprattutto mi piacciono davvero tanto il tuo spirito e la tua motivazione. Complimenti per tutto quello che fai. Un abbraccio. Deborah

    RispondiElimina
  9. Io ti invidio la partecipazione all'evento ;-)

    RispondiElimina
  10. Io tifo per la padrona di casa...brava annina

    s.b.

    RispondiElimina
  11. ciao!!! pensa la coincidenza, ho parlato con due compagni del corso di fotografia, Gil e Elettra, e mi parlavano di una cuoca allo Sherwood...trovata!! :)

    RispondiElimina
  12. trovo che sia una ricetta fantastica per la Cometa!!! Scusa se ho tardato tanto a scriverti!!! La inserisco subito nella raccolta
    Un bacio

    RispondiElimina
  13. Grazie a tutti per il vostro affetto e sostegno! Ho fatto leggere alle ragazze i vostri commenti e si sono commosse. Non avrebbero mai pensato che da una torta cucinata in allegria, partendo da "ma cosa ci facciamo con tutto questo pane?", si sarebbe potuto far sorridere qualcun altro.
    E ricambiamo il vostro abbraccio, dai 36° alle 9 del mattino della nostra cucina (del resto il forno bisogna pur accenderlo, no)?
    Il festival ha davanti a sè ancora 15 gg...chissà cosa inventeremo. :-)

    RispondiElimina

Benvenuti nella mia cucina!