Se l'uomo è ciò che mangia, il cuoco è ciò che cucina?

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO
20foodblogger, 20prodotti, una passione: Pomodorino di Torre Guaceto o Cipolla di Acquaviva? ;)

La Cucina Italiana

La Cucina Italiana
Special Ambassador

Lettori fissi

la cucina di qb è anche app

la cucina di qb è anche app
per telefoni Nokia

Una marmellata lunga un anno


Il bello di a Slow Food è il fatto che ha insegnato, nel corso degli ultimi vent'anni, a riscoprire ciò che avevamo sotto il naso ma che per il gusto di scimiottare quanto veniva da oltre oceano (senza discernere in alcun modo tra il buono ed il cattivo) stava andando irrimediabilmente perso. Il rischio ora è che non si possa gustare dell'olio piuttosto che del vino senza necessariamente iniziare un megapippone sui massimi sistemi, ma di questo ne parleremo un'altra volta.

Ogni anno, dal 1 al 5 agosto, si ripete la bellissima iniziativa de "Il mercatino del gusto" a Maglie, nel Salento. Nel corso degli anni ho scoperto coltivazioni, prodotti locali, eccellenze, tradizioni che mi hanno arrichita da un punto di vista enogastronomico, con un solo rammarico: la difficoltà nel reperire prodotti davvero ottimi, come per esempio la Patata Seglinde oppure la Cipolla di Acquaviva, in luoghi che non siano prettamente locali.


Ma quest'inverno ho avuto l'occasione di acquistare dei mandarini bio del Gargano e con essi mi sono cimentata nella preparazione di una marmellata che avrei gustato solo con del pane di Altamura. Motivo per cui si rendeva necessaria un'ulteriore trasferta pugliese!

Marmellata di Mandarini del Gargano

Ingredienti
1 kg di mandarini non trattati, 800 gr di zucchero, 1 limone non trattato

Procedimento
Lavare i mandarini, spazzolare la buccia, punzecchiarli con uno stecchino in legno e metterli in acqua per 3 giorni.
Asciugarli, tagliarli a fettine con la buccia, eliminare i semi ed unirli alla buccia del limone, grattugiata con la microplane, ed allo zucchero in un tegame di rame.
Cucinare a fuoco moderato fino a quando il composto non avrà raggiunto la densità desiderata (la prova del piattino è sempre valida).
Versare la marmellata così ottenuta in vasi Bormioli da 250 gr. sterilizzati per 5 minuti in acqua bollente, capovolgerli per ottenere il sottovuoto e conservarli al buio ed al fresco.

E buon salone del gusto a tutti!

7 ingredienti:

  1. Ottima!!!! Adoro la marmellata di mandarini e poi sul pane di altamura, una delizia assoluta!!
    Quindi anche quest'anno dall'uno al cinque agosto a Maglie? Vado di corsa ad informarmi, spero di esserci!! Grazie dell'informazione!

    RispondiElimina
  2. @ Spero di incontrarti allora! A presto.

    @ Grazie cara! :-)

    RispondiElimina
  3. Una volta sola ho fatto la marmellata di mandarini, ci vuole una grande pazienza, ma il risultato ti ricompensa alla grande!!!

    RispondiElimina
  4. @ Grazie Alice! E' davvero profumatissima :-)

    @ Hai ragione Solema, devi davvero essere pazientissima e poi il risultato è un premio preziosissimo!

    RispondiElimina
  5. vedo che preferisci gli agrumi del Gargano?Io ti scrivo proprio da li, dove li compri? Rodi, Vico?

    RispondiElimina

Benvenuti nella mia cucina!