Se l'uomo è ciò che mangia, il cuoco è ciò che cucina?

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO
20foodblogger, 20prodotti, una passione: Pomodorino di Torre Guaceto o Cipolla di Acquaviva? ;)

La Cucina Italiana

La Cucina Italiana
Special Ambassador

Lettori fissi

la cucina di qb è anche app

la cucina di qb è anche app
per telefoni Nokia

"Siamo uomini o merde?!" E io mi consolo con una mozzarella in carrozza!

Mozzarella in carrozza

"Allora?!"
"Merda! Io sono una merda, Paolo! Il braccio mi fa un male terribile!"

Film d'azione? No, semplicemente lo spirito con cui Paolo, il fratello rugbista di Roberto, affrontava la partita di calcetto tra amici. Per la cronaca il braccio si ruppe davvero e il giorno dopo l'ortopedia omaggiò l'infortunato di un grazioso gesso!

I rugbisti si riconoscono immediatamente: nella metro londinese sono quelli che occupano il doppio dello spazio rispetto ad un dark, hanno le orecchie vagamente masticate e indossano giacche che sembrano essere sul punto di cedere da un momento all'altro.

Belle sono anche le storie che li raccontano: come quando il giocatore, diventato vice-direttore di banca, durante una rapina saltò la linea delle casse e placò il mariuolo, che accolse i carabinieri arrivati ad arrestarlo come dei salvatori.
Oppure quando una giovane signora, visibilmente incinta, piangente accanto alla sua utilitaria bloccata nel parcheggio da automobilisti maleducati, fu aiutata dall'intera mischia, all'uscita da un sessione di allenamento, che spostò l'auto sollevandola di peso e consentendole di tornare a casa.
Oppure di quella volta che il blasonato e gigantesco giocatore confessò le due parole magiche per far funzionare il suo matrimonio "Si, cara".
La storia che più mi piace è quella di Mauro. "Si narra che un ragazzotto fu notato mentre lavorava in una fattoria in campagna presso alcuni amici. Grande e grosso, ma non ciccione, un vero colosso. La leggenda continua a narrare che l'osservatore rimase impressionato quando vide che il giovanotto prese con la sola forza delle braccia un vitello per spostarlo e metterlo forse su un carretto (si sa, a volte le leggende sono un po' nebulose...). "Bocia, vuto venire a giocare a rugby al Petrarca"? Finì in Nazionale.
Bello sport, forte lo spirito, ineguagliabile il terzo tempo. D'obbligo anche per chi assiste alle partite in tv, come per l'imminente 6 Nazioni 2011, magari con queste Mozzarelle in carrozza!

Mozzarella in carrozza

Ingredienti
una confezione di pan carrè, 500 gr di mozzarella di bufala, 3 uova, 1/2 bicchiere di latte, farina, sale, acciughe o prosciutto cotto, olio evo per friggere.

Procedimento
Sbattere le uova in una ciotola con il latte ed un pizzico di sale, setacciare la farina in una ciotola, privare il pan carrè della crosta, tagliare a fette la mozzarella, dividere le singole acciughe, modellare le fette di prosciutto delle dimensioni del pane.
Coprire la superficie della fetta di pan carrè con la mozzarella aggiungendo, se graditi l'acciuga o il prosciutto, coprire con una fetta di pane, premere bene, tagliare a metà, passare tutti i lati nella farina e successivamente nelle uova, facendo attenzione che tutta la superficie ne sia stata ricoperta.
Friggere nell'olio caldo (più comoda la friggitrice) a 190° fino alla doratura, far assorbire l'olio in eccesso e servire caldissime.

p.s.: chiamatemi quanto le farete, io ne sono ghiottissima! :)

3 ingredienti:

  1. E anche per quelle che ci vanno a vederle dal vivo, come farò io, a Londra, il prossimo 12 febbraio. Solo che a Londra la mozzarella in carrozza dove la trovo? A meno che non chieda al mio amico Riccardo De Prà, giovane e bravissimo chef del Dolada london (sì, lo stesso di Pieve d'Alpago) di prepararme appositamente qualcuna quando tornerò, infreddolito come sempre, da Twickenham. (cdm)

    RispondiElimina
  2. Cara ANNAMARIA bacio bacio bacio,
    mi hai messo di buon umore; anche qui in famiglia stiamo aspettando il "SEI NAZIONI".
    FORZA RUGBY.....bello bello bello.
    La mozzarella ......buona buona buona
    CIAO a ribacio laura

    RispondiElimina
  3. @ Vorrà dire che ne Riccardo ne preparerà un piattone per entrambi (e no go' capio che el cusina soeo par ti!)

    @Un bacione Laura: ti confesso che ho pensato anche a te nella stesura del post! Forza Ragazzi!!!

    RispondiElimina

Benvenuti nella mia cucina!