Se l'uomo è ciò che mangia, il cuoco è ciò che cucina?

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO
20foodblogger, 20prodotti, una passione: Pomodorino di Torre Guaceto o Cipolla di Acquaviva? ;)

La Cucina Italiana

La Cucina Italiana
Special Ambassador

Lettori fissi

la cucina di qb è anche app

la cucina di qb è anche app
per telefoni Nokia

Indovina chi viene a merenda?


Sono grandi, lo so, ma almeno li vedo! E sono anche a conoscenza del fatto che sono tutti di dimensione diversa. 

Stessa cosa accaduta domenica con gli gnocchi: sono venuti davvero buoni (stando al giudizio severissimo dei familiari) ma sembravano preparati da una persona affetta dal male di San Vito! Non uno, uno dico, uguale all'altro: neppure se avessi fatto apposta sarei riuscita a produrre dimensioni così schizofreniche. L'importante è comunque che siano riusciti gradevoli, il resto è un'altra storia.




Per questi biscotti invece mi piaceva l'idea di una dimensione ragguardevole sia perché avevo bisogno di coccole - e 3 biscotti non è una quantità che ti riempie di sensi di colpa - sia perché bisogna fare di necessità virtù: la trafila piccola non sono riuscita a montarla nell'impastatrice (ehm...non sono riuscita a vedere bene cosa doveva entrare dove)...per cui l'importante è che siano riusciti gradevoli, il resto è un'altra storia :)

Sono venuti un po' così: volevo provare a fare dei biscotti "rustici", che facessero sentire una certa sostanza al momento del morso ed ho giocato con le farine che avevo in casa. Quelli con la farina di avena dovrò riprovarli (magari aggiungendo dei fiocchi di avena) mentre la farina di grano saraceno e quella di farro mi hanno soddisfatta.

Io che ci vedo poco, il mio piccolo a letto con la febbre, il mio papi ricoverato per qualche giorno, semi-abbandonata dalla tecnologia. 
Cosa potrebbe accadere ancora? Beh, potrebbe piovere. (cit, "Frankenstein Junior")

Ingredienti
300 gr di farina di farro (o di grano saraceno), 250 gr di burro chiarificato, 160 gr di zucchero di canna grezzo, 1 uovo, 1 cucchiaino di bicarbonato di ammonio, 10 gr di zenzero in polvere, 150 gr di mandorle o nocciole tritare finemente, sale.

Procedimento
Setacciare la farina con lo zenzero e unire il pizzico di sale. Nella planetaria lavorare il burro con lo zucchero fino ad ottenere una crema, unire l'uovo, la farina e le mandorle. Formare dei biscotti utilizzando  le trafile di 3 cm di larghezza da inserire nell'apposito supporto alla planetaria altrimenti, molto più semplicemente, utilizzare un sac a poche ed una punta a stella da 2 cm.
Formare i biscotti direttamente sulla leccarda coperta di carta forno e cucinare nel forno già a caldo a 190° per 8-10 minuti o fino a quando saranno dorati. Lasciarli raffreddare su una gratella e si conservano per qualche giorno in scatole di latta, giusto per un caffelatte con le amiche :)

8 ingredienti:

  1. Saranno grandi ma mi sembrano davvero niente male!!
    Mi sembra di capire che i tuoi occhi non vanno ancora benissimo....mannaggia mannaggia.....

    RispondiElimina
  2. Tesoro, sei grande! Li proverò al grano saraceno!
    Auguri per i tuoi occhi meravigliosi, per il tuo papà e per tuo figlio!

    RispondiElimina
  3. Ma che combinazione.. Prorpio questa mattina, io che non mi diletto quasi mai con i dolci ho avuto l'idea di farmi dei biscottini, semi integrali senza zucchero e senza burro, con miele, olio ex, cannella e zafferano + un goccetto di calvados.
    Discreti,ma fatti con amore. Auguri e Sani.

    RispondiElimina
  4. @ Grazie Cara! Per gli occhi ci vorrà ancora un po' di pazienza...:)
    @Sei troppo gentile! Un bacio da parte dei ragazzi ed un abbraccio da parte mia. Poi dimmi se ti sono piaciuti o se hai inserito delle modifiche, mi raccomando!
    @Buongiorno Decimo! Davvero interessante la tua ricetta quasi kosher. E come sono venuti?

    RispondiElimina
  5. Ciao Annamaria, ho rifatto i biscotti (gli altri non questi)usando il passito, sono molto più delicati che con il liuqore alla ciliegia.
    Buoni, proprio buoni.
    Sempre su, forza che tutto passa.

    RispondiElimina
  6. Scusa l'ignoranza cosa è il kosher?

    RispondiElimina
  7. @ Ciao Dori, sono contenta ti siano piaciuti! Il liquore alla ciliegia, solitamente, ha una gradazione più elevata rispetto al passito. Ma è comunque un aroma molto interessante. Per kosher si intendono quelle regole molto severe che normano la cucina ebraica, all'utilizzo ed accostamento degli ingredienti fino alla struttura medesiva della cucina e dell'attrezzatura.

    RispondiElimina
  8. Beh, sinceramente mediocri. Manca croccantezza, il gusto invece è accetabile. Forse dipende dalle dosi, sai vado ad occhio.
    Cmq non sono portato per i dolci ma avevo voglia di fare dei biscotti semplici con ingredienti essenziali. Mi rifarò, quando mi gira.
    Ho già penato che li farò alla lavanda e zenzero.
    Ciao ciao

    RispondiElimina

Benvenuti nella mia cucina!