Se l'uomo è ciò che mangia, il cuoco è ciò che cucina?

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO
20foodblogger, 20prodotti, una passione: Pomodorino di Torre Guaceto o Cipolla di Acquaviva? ;)

la cucina di qb è anche app

la cucina di qb è anche app
per telefoni Nokia

La Cucina Italiana

La Cucina Italiana
Special Ambassador

Lettori fissi

L'ultima vellutata di cavolo rosso - forse - e arrivederci a Taste!


Che la primavera astronomica sia arrivata con c'è ombra di dubbio: le giornate si allungano, le piante in giardino cominciano a regalare freschi germogli, le formiche fanno capolino in cucina.
Ma evidentemente nessuno deve aver spiegato all'anticiclone delle Azzorre che il -1 al mattino non è proprio di buon auspicio, se non altro per il malcelato desiderio di eliminare qualche strato di abiti e l'effettiva necessità di evitare bronchiti tardive :)
E quando non bastano the e tisane taumaturgiche non resta che farsi coccolare dall'ultima zuppa calda della stagione, sempre che le pazzie meteorologiche non ci costringano, a giugno, a scaldare con il microonde il gazpacio!

Vellutata di cavolo rosso con cumino e datterini al forno

Ingredienti
1 cavolo rosso, 2 grosse patate, 2 scalogni ed uno spicchio d'aglio, brodo vegetale, un cucchiaino di cumino, olio evo, pepe nero al mulinello, sale, qualche pomodorino datterino cucinato al forno.

Procedimento
Mondare il cavolo delle fogli esterne più rovinate, tagliarlo a metà e poi a julienne. Lavare accuratamente e mettere da parte.
Pulire le patate e tagliarle a tocchetti, tritare finemente gli scalogni.
in un tegame di coccio rosolare gli scalogni con un po' di olio evo, unire l'aglio in camicia e leggermente schiacciato e cucinare per qualche minuto.
Unire il cavolo rosso, dopo aver tolto l'aglio, e far appassire per qualche minuto, aggiungere le patate, il cumino e ricoprire con del brodo vegetale. Coprire e lasciar cucinare a fuoco basso fino a quando le patate saranno sfatte. Regolare di sale e pepe nero macinato al momento,
Togliere dal fuoco, frullare con un mixer ad immersione, passare al colino o al setaccio. Servire calda nelle singole cocotte decorando con qualche pomodorino datterino, tagliato a metà, passato al forno caldo a 220° con un pò d'olio evo, sale, pepe ed un pochino di zucchero di canna fino a quando saranno appassiti ma non sfatti ed un po' caramellati.

Ci vediamo a Taste?

12 ingredienti:

  1. Mi piace, la trovo delicatissima e molto gustosa, buon we.

    RispondiElimina
  2. e si cara le giornate si sono allungate le piante iniziano a regalarci i primi germogli e quel freddo pungente inizia a non farsi sentire più .... la tua vellutata e davvero molto buona bella servita nelle cocottine...un abbraccio e buon w.e. da lia

    RispondiElimina
  3. che meraviglia il cavolo rosso... lo sai che l'ho scoperto quest'anno per la prima volta e mi ha esaltato? Mi piace anche semplice semplice, stufato in padella. Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Non vedo l'ora che arrivi la primavera, qui in Sicilia il freddo è arrivato nell'ultimo mese e sembra non voler più andar via, però è vero, le giornate che si allungano a me già mettono il buonumore. Complimenti per questa ricetta, non ho mai usato il cavolo rosso ma mi ha sempre intrigato e tu lo hai impiegato al meglio. Ciao e buon week end :)

    RispondiElimina
  5. @Grazie Max! Buon we anche a te:
    @Le previsione anticipavano acqua a catinelle...speriamo bene :) Un abbraccio e buon we.
    @Ciao Patty e concordo con te circa la bontà del cavolo rosso declinato in varie preparazioni. Bisognerebbe gustarselo più spesso!
    @Sicilia, che bella regione! I miei nipoti sono nati a Catania e mi ricordo che i bagni aprivano il 31 marzo e chiudevano il 31 ottobre...quando in Padania ci siamo sorbiti già qualche nebbia! Buon we anche a te :)

    RispondiElimina
  6. mmm... che bontà! io, cavoli, broccoli, verze... siamo una cosa sola!

    RispondiElimina
  7. @ Grazie Giovanna, visto le previsioni dei prox giorni una vellutata colorata ci vuole proprio

    RispondiElimina
  8. Non l'ho mai cucinata ma l'ho mangiata simile da una amica a Bressanone, forse aveva aromatizzato la zuppa con della scorza di arancia e servita con dei crostini di pane verde alle zucchine.
    Sei sempre brava. Ciao

    RispondiElimina
  9. Ciao cara!!!
    Sei invitata a partecipare al mio primo contest:
    COSA SFORNO OGGI?
    Iscriviti e passa parolaaaaaaaaaaa!!!
    Un bacione!
    Dada ^.^
    http://lericettedellamorevero.blogspot.com/2011/03/cosa-sforno-oggi-primo-contest-delle.html

    RispondiElimina
  10. Ho preso spunto e l'ho fatta sabato sera.
    Così ieri abbiamo potuto festeggiare il complenno di mia nipote mangiando un pranzo abbondantino e uan torta di mandorle fatta in casa accompagnata da una crema leggera un pochino liquorosa.

    RispondiElimina
  11. Cos'è questo contest?

    RispondiElimina
  12. @Grazie di cuore Lori e grazie anche per i suggerimenti "aromatizzanti" per questa vellutata!
    @Grazie Dada, prendo nota e faccio partire subito un'idea!
    @Bello festeggiare in famiglia! E la torta di mandorle mi incuriosisce parecchio :) Il Contest di Dada intendi?

    RispondiElimina

Benvenuti nella mia cucina!