Se l'uomo è ciò che mangia, il cuoco è ciò che cucina?

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO
20foodblogger, 20prodotti, una passione: Pomodorino di Torre Guaceto o Cipolla di Acquaviva? ;)

La Cucina Italiana

La Cucina Italiana
Special Ambassador

Lettori fissi

la cucina di qb è anche app

la cucina di qb è anche app
per telefoni Nokia

"Cucinare un'emozione", la ricetta di Decimo Pilotto



Lentamente arrivano le ricette del contest "CUCINARE UN'EMOZIONE" 
Lentamente perché, mia culpa, non mi sono applicata abbastanza a promuoverlo e anche perché - visto che partiva dai 150 anni della nostra Repubblica -  avendone visti tantissimi in rete, non ho osato unirmi e "sollecitare" la preparazione di nuove ricette alla blogsfera. Ero seriamente decisa a lasciar perdere.
Poi c'è stata l'esperienza della sfida di maggio dell'MTCHALLENGE con tutto un carico di emozioni che desideravo fortemente e che altrettanto fortemente è arrivato: uno tzunami colorato e fertile di sentimenti e sensazioni.

Così sono tornata sulla mia non-decisione: si va avanti, comunque! 
Ho posticipato il termine fino a settembre (per recuperare il tempo perduto nel limbo dell'indecisione) e lo slogan ulteriore potrebbe essere "pochi, ma buoni": chiunque vorrà partecipare sarà il benvenuto ma se, alla fine, le ricette non dovessero essere tantissime la giuria sarà al lavoro ed i premi arriveranno, come con il primissimo contest "Il panino con la coppa", dedicato agli sportivi della poltrona :)




Bando alle ciance e benvenuto a Decimo Pilotto (amico colto e grande appassionato di gastronomia e premiato lo scorso gennaio dall'Accademia de La Cucina Italiana per un piatto speziato e complesso davvero strepitoso che mi piacerebbe ci raccontasse) e ai suoi Spaghetti Cromatici, un piatto preparato in un giorno lieto e sereno, che ci racconta di seguito.


Uno degli elementi di distinzione tra i popoli oltre alla diversità di usi e costumi, sta nelle diverse abitudini alimentari e nel periodo moderno nell’influenza che esse hanno avuto per un fatto di moda (vedi per es. Mc Donald’s) . Però nonostante si guardi alla ricerca e alla creatività degli chef e delle varie gastronomie, un piatto in particolare ci ha fatto conoscere nel mondo e ci unisce da Nord a Sud , si chiama: SPAGHETTI !
Li mangiano tutti. I poveri ed i ricchi, si possono fare mille e più ricette, piacciono a tutti, costano poco e nutrono molto, cosa si vuole di più?
Tornando alle mode importate dagli Usa, dopo i Ray Ban, i Levi’s, la Coca Cola, sono arrivati gli hamburger. Farciti o stra-farciti, con salse e salsette  o con foglie verdi, formaggi e pomodoro. Allora come non ricordare il film “un americano a Roma” con il mitico Alberto Sordi? Il film metteva in mostra satiricamente il costume dell’ Italia del dopoguerra con l’America tanto sognata di cui si conoscevano le abitudini solo attraverso il cinema o le riviste.
Ricordate allora alcune battute di quel simpatico giovanotto con cappellino e maglietta?  
m< Yogurt?? Marmellataa?? Mostardaa??“ questo magnano li mmericani…”bleaah”. Macaroni tu mi hai provocato ed io te distruggo”. Io te magno! > .
Ecco così gli spaghetti. Cosa c’è meglio di una cena tra amici? La “tavola” è da sempre l’occasione per sigillare una amicizia oppure per un’occasione di lavoro. E poi come dimenticare il primo (o l’ultimo) tête-à-tête ….. luci soffuse, buona musica, il cibo giusto, un buon vino e soprattutto una dolce compagnia.   Ora c’è famiglia e così il mio piatto è dedicato a mia figlia e alle sue amichette. Tutte undicenni e per farle mangiare, tutto quanto,  ho “giocato” pensando ad una immagine simpatica (capelli– baffi – naso – bocca). Un augurio per i nostri giovani nella speranza che possano godere di una Italia unita, veramente, che non deve rimanere alla finestra ad aspettare. Una Italia chenonostante tutte le sue contraddizioni, deve reagire e uscire fuori e non rinchiudersi e nascondersi dentro ai confini delle sue regioni. 


Spaghetti  “cromatici” -  briciole di pane, mandorle e pinoli con crema di burrata, pomodori, basilico-menta.

Ingredienti
Spaghetti di Gragnano – pomodori di Pachino  - basilico – qualche fogliolina di menta - pinoli – mandorle – grana padano – olio ex.oliva – aghi rosmarino –foglie di salvia – pane raffermo – burrata

Preparazione
Preparare la crema di pomodori e la crema di basilico e menta. Lavare e sbollentare i pomodorini, togliere la buccia e far uscire i semini.  Mettere i pomodorini in  un padellino antiaderente con un filo di olio ex. Un pizzico di sale e uno di zucchero. Mescolare dolcemente finché  non assumono la consistenza di una marmellata. Togliere ed emulsionarli nel mixer con oilo ex. Fino alla consistenza desiderata.
Per la crema di basilico e menta. Pulire, lavare ed asciugare le foglie di basilico e qualcuna di menta. Tritate insieme basilico, menta, pinoli, mandorle spellate; aggiungere il grana padano grattugiato, un pizzico di sale e pepe; diluire versando l'olio a filo in modo da ottenere una salsa cremosa. 
Prendere la burrata, tagliarla in 8/4. Due metterli da parte (naso) il resto schiacciarlo con la forchetta, ottenendo un pesto morbido.  Mettere da parte.
Quando l’acqua, prec. salata, bolle, buttare gli spaghetti. Intanto che cuociono tritare finemente gli  aghi di rosmarino e le foglie di salvia.  In una padellina antiaderente far tostare la mollica di pane raffermo, un cucchiaio di pinoli e di mandorle con un pizzico di sale. Trasferire nel mixer e tritare grossolanamente gli ingredienti. Mettere da parte. In una padella far scaldare un cucchiaio abbondante di olio ex.oliva, il trito di rosmarino e salvia,mescolare per un paio di minuti, aggiungere il  pane tostato i pinoli e le mandorle prec. tritati, mescolare amalgamando bene, spegnere il fuoco.
Controllare che la pasta sia ben al dente, scolarla  e saltarla nella stessa padella con il trito preparato in precedenza. Se serve aggiungere un filo di olio ex a crudo, spolverare con le briciole di pane tostato ed impiattare (come da foto) – Gli spaghetti sono i capelli; un quarto di burrata è il naso; crema di pomodorini e crema basilico e menta i baffi: creme e pesto di burrata la bocca.
Buon mangiare a tutti. 
:)

14 ingredienti:

  1. ricetta molto bella e divertente, e sicuramente buona...

    RispondiElimina
  2. In cucina la semplicità e la facile reperibilità degli ingredienti è sempre e comunque vincente.
    Ci si scervella in ricete elaborate, in presentazioni d'effetto.. e poi basta un pò di spaghetti, aromi di casa e olio e pomodoro per rendere speciale un piatto.
    Semplicità è classe, è ricerca dei sapori, è saper dare giusto ruolo alle cose.
    Charme=ricerca del dettaglio, dell'ingrediente che sa scatenare un'emozione.. Quindi POCHI MA BUONI sia!!!! perchè cucinare è emozione, è cibo per cuore e mente ..

    Clelia

    RispondiElimina
  3. Complimenti al sig. Decimo.
    Lo conosco per le lettere al Gazzettino (spesso condivido) ma non pensavo a questa passione per la cucina.
    Magari mio marito si dilettasse qualche volta a cucinare un buon piatto di spaghetti.
    Gki spaghetti è vero combinano sempre tutti.
    Bravo e grazie.
    Lori

    RispondiElimina
  4. Con tutti i tuoi problemi hai fato bene a spostare la conclusione del contest.
    Passerò parola.
    Cmq molte di noi pur sapendo cucinare (non a tuo livello) hanno un certo non so che a partecipare. Speriamo che questa ricetta di Decimo sproni qualcuna di noi ... non vorremo mica farci superare da un uomo?
    Ho visto il film di Sordi... forte. Spagehtti altro che yogurt.
    Ciao Dorina e Anna

    RispondiElimina
  5. AnnaM. forse non è facile coniugare una emozione o è una cosa troppo intima. Bah, qualcuno ci ha provato e sicuramente altri prenderanno spunto da questa sapiente ricetta. Non è difficile e fa divertire anche i bimbi. L'ho appena fata vedere ai meiei due "discoletti" .. Nonna domani la fai? Cerrrrto. Ciao Emi

    RispondiElimina
  6. @ Grazie Tamtam!
    @ Clelia, aspetto al tua ricetta allora!
    @ Lori, Decimo è davvero bravo. Parola di prova del cuoco! Allora aspettiamo la tua ricetta )
    @Dorina, come sarebbe a dire "un certo non so che a partecipare"?! E' un modo, divertente e condiviso, per parlare di cucina! E allora aspetto le vostre ricette! Forza :)
    @Ciao Emi, vedi che Decimo ha raggiunto l'obiettivo? Ha fatto divertire i tuoi discoletti e ciò ti ha gratificata, da nonna simpatica e disponibile quale sei! Grazie ancora :)

    RispondiElimina
  7. Con questo laptop usato dal bar di Rita non so come siamo arrivate a qb. Ragazze, come?
    Noi tre non abbiamo ancora cucinato siamo solo semplici studentesse .... ma due "spaghi" perchè no? Ci preveremo prima o poi.
    Non si Si comincerà per caso così?
    Ciao A.R.G.

    RispondiElimina
  8. alla "crema di burrata" i miei occhi si sono illuminati! Ottima ricetta!!!

    RispondiElimina
  9. Sono curiosa di sapere dell'altra......
    Questa mi sembra veramente indovinata come contest. Bie colori e sapori italiani - Bravo
    Morgy

    RispondiElimina
  10. Anto, la moglie...martedì, 07 giugno, 2011

    Confermo , il piatto era veramente bello e buono !!....Ho sempre pensato di essere fortunata ad avere un marito così !!!

    RispondiElimina
  11. Se la moglie è soddisfatta.... la botte è piena.
    La ricetta è originale e gustosa, si, l'abbiamo copiata a mezzodì.
    Saluti a tutte Lella

    RispondiElimina
  12. innegabile vantaggio di questo post, oltre all'elegante ricetta: richiamare l'attenzione su un'iniziativa che a me era completamente sfuggita ma che è proprio ben pensata e ben posta. Bisogna assolutamente cominciare a lavorarci...

    RispondiElimina
  13. Grazie, troppo "buoni-e".
    Annamaria grazie per gli elogi e per avermi invitato a parlare del mio "piatto". Lo farò volentieri anche perchè è ispirato da una storia contadina, oggi purtroppo sempre più difficile da incontrare.
    Partecipate al contest, tutti. Dx

    RispondiElimina
  14. @ Molto lieta ARG e benvenute nella mia cucina. E quindi aspetto la vostra "giovane" ricetta!
    @ Hai ragione Giovanna: anch'io adoro la burrata :)
    @ Grazie Morgana, dillo anche a tu a Decimo!
    @ Benvenuta Antonella! E confermo che sei una donna fortunata. E non solo per l'abilità culinaria di tuo marito.
    @ Ciao Lella: aspetto la tua di ricetta!
    @ Grazie Acquaviva e so già che sarà un'esperienza unica. Un abbraccio.
    @Decimo, è solo onore al merito :)

    RispondiElimina

Benvenuti nella mia cucina!