Se l'uomo è ciò che mangia, il cuoco è ciò che cucina?

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO
20foodblogger, 20prodotti, una passione: Pomodorino di Torre Guaceto o Cipolla di Acquaviva? ;)

La Cucina Italiana

La Cucina Italiana
Special Ambassador

Lettori fissi

la cucina di qb è anche app

la cucina di qb è anche app
per telefoni Nokia

Maglie e il Mercatino del Gusto: le "mani in pasta" per un piatto di cavatelli!


E' iniziata la kermesse salentina che, unitamente alla Notte della Taranta, richiama migliaia di appassionati, curiosi, foddies e anche qualche purista gastrofanatico: durante  il laboratorio "Zuppe d'estate" ho assistito ad una dotta disquisizione circa il fatto se era corretto o meno accompagnare una fantastica "Acqua e sale" (e ve ne parlerò nel prossimo post) con un Chardonnay locale che faceva ben 12,5°. Un vino troppo importante per un piatto "povero" della tradizione gastronomica locale.




Siccome ero indecisa a chi dare ragione mi sono mangiata il mio bel piatto di "Acqua e sale" accompagnato dal corposo Chardonnay e ho continuato a riflettere sulla spinosa questione godendomi "Pane e pomodori "scataricciati" (ovvero scoppiati in padella), piatto unito in modo sconveniente ad uno strepitoso Fiano Minutolo di Avellino che mi ha "scoppiato" profumi inebrianti :D


Così, dopo il laboratorio delle Birre in Pastella mi sono fermata a Mani in Pasta e, grazie alla pazienza di due simpatiche signore e al grano duro Senatore Cappelli (qui una scheda interessante di Angela de Sapore dei Sassi), mi sono messa d'impegno:  dall'impasto fino alla preparazione di diversi formati di pasta.

Semola e acqua più

 olio di gomito uguale

 Cavatelli..

 ..orecchiette, strascicate e incannulate!


Il pomodoro dal packaging più ecologico del mondo, ovvero un filo di cotone (pianta seminata insieme alle piantine) con il quale intrecciare i rossi e carnosi di Pomodoro regina di Torre Canne, è finito in pentola per accompagnare le orecchiette..


 ..con due foglie di basilico e un po' di cacioricotta per un piatto strepitoso! 




Cavatelli (con grano Senatore Cappelli) con Pomodoro regina di Torre Canne, noci e cacioricotta

Ingredienti
500 gr di semola di grano duro Senatore Cappelli, 250 ml di acqua , sale, 500 gr di Pomodorino regina di Torre Canne o Fiaschetto di Torre Guaceto, un mazzetto di basilico fresco, cacioricotta, un paio di cucchiai di gherigli di noce, 1 spicchio d'glio, sale, pepe nero macinato al momento, olio evo.


Procedimento
Nella spianatoia versare la semola ed unire l'acqua, a poco a poco, continuando a prendere la semola dai lati fino a quando non sarà stata raccolta tutta. Le proporzioni semola-farina sono quelle indicate ma l'esperienza, come mi è stato detto, detterà di volta in volta eventuali aggiunge o limitazioni.
Continuare a lavorare l'impasto con energia fino ad ottenere un impasto liscio, sodo, compatto. Coprire e lasciar riposare una mezz'oretta.
Riprendere il panetto, staccare pezzetti di pasta con i quale formare dei piccoli salsicciotti del diametro di meno di 1 cm e procedere come segue: tagliare di netto un pezzettino (1 cm o 2 a seconda della dimensione desiderata del cavatello) con il coltello e immediatamente utilizzare la punta della lama per schiacciare la pasta che si arrotolerà su sé stessa, dando vita appunto alla forma tipica del cavatello.

Sbollentare i pomodorini per un minuto, gettarli in acqua e ghiaccio, pelarli, tagliarli in dadolata e saltarli per qualche minuto con dell'olio evo profumato con uno spicchio d'aglio in camicia e mettere da parte.

Grattugiare il cacioricotta, tritare i gherigli di noce, spezzettare con le mani le fogli di basilico.

Portare a bollore dell'acqua salata e lessare i cavatelli; scolarli al dente e spadellarli per un minuto in una capiente padella con la dadolata di pomodoro, i gherigli e le foglie di basilico. Servire con un'abbondante spolverata di cacioricotta.

10 ingredienti:

  1. wow 0___0 una goduria senza parole...
    complimenti per il piatto e per il reportage..
    lia

    RispondiElimina
  2. @Grazie Lia! Pochi ingredienti ma di indubbia bontà regalano piatti davvero ottimi!

    RispondiElimina
  3. beh cosa farei per poter partecipare ad un evento cosi!!!!! le foto sono favolose....e questi cavatelli mi fanno venire una fame..... complimenti veramente!!!!!

    RispondiElimina
  4. me lo immagino il saporino che devono avere! mamma mia...non scherzo, ho l'acquolina in bocca! sono quei sapori semplici e genuini che piacciono tanto a me

    RispondiElimina
  5. Ci hai fatto pensare alla nostra amica Chiara che in questi giorni è giù in Salento, a casa sua, e starà godendo appieno del clima festoso, ci parla sempre della Notte della Taranta e non vede l'ora che giungano le vacanze estive per potere scendere dai suoi e fare festa.
    Quei cavatelli sono strepitosi, per non parlare di quella varietà di pomodoro che conosciamo bene e che troviamo di una bontà unica!
    Mille baci e buon fine settimana
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  6. adoro i cavatelli fatti a mano, mi piacciono con ogni condimento, bellissimi...

    RispondiElimina
  7. la tua classe rende anche i piatti più semplici dei capolavori.. Credo sia la prima volta che vedo impastare col filo di perle al braccio..altro che levati tutto, anelli compresi...più orologio!!! Scherzia parte.. hai anche usato il ferro per l'incannulate o come si chiama?? Sereno proseguimento di vacanza.
    Clelia

    RispondiElimina
  8. Questo piatto è semplicemente godurioso!!! ingredienti semplici ma importanti!! quel primo piano dice tutto!

    RispondiElimina
  9. @Grazie Nicoletta, si può dire in effetti che da qualche anno le ferie sono basate sul Mercatino del gusto!
    @Grazie mille Ragazzi, sempre più buongustai .) Buone we a voi!
    @Grazie TamTam, sono davvero buoni e così facili da eseguire... :)
    @Grazie Clelia, troppo buona. Si ho usato due ferri diversi tra cui uno ricavato semplicemente dai raggi di un ombrello. La signora li chiamava ferri e dice che così si trovano anche nei mercatini (in mancanza ovviamente di ombrelli rotti!). Un abbraccio.
    @Ciao Titty, in effetti quando la materia prima è buona anche la foto viene bene :)

    RispondiElimina
  10. Questo piatto di pasta è fantastico, lo divorerei tutto in un boccone. Viva la tradizione e la semplicità!

    RispondiElimina

Benvenuti nella mia cucina!