Se l'uomo è ciò che mangia, il cuoco è ciò che cucina?

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO
20foodblogger, 20prodotti, una passione: Pomodorino di Torre Guaceto o Cipolla di Acquaviva? ;)

La Cucina Italiana

La Cucina Italiana
Special Ambassador

Lettori fissi

la cucina di qb è anche app

la cucina di qb è anche app
per telefoni Nokia

Metti un "Marcello" a cena


Comincia una nuova collaborazione con un amico "leopardato" (e l'arcano si spiega solo ai twitter-dipendenti :) ovvero con "Fernando" di Winexplorer, un negozio on line aperto h24 che consente, grazie alla rete, di unire direttamente il produttore al consumatore, senza eccessivi, e costosi, passaggi intermedi.




Il vino che Fernando vi propone questo mese è "Marcello", Monferrato Rosso 2007 dell'Azienda Vinicola Vigne dei Mastri, al quale ho pensato di abbinare una carne rossa, appunto, come quella del petto d'anatra, abitante abituale della "corte padovana", ma cucinata in un modo un po' meno classico, grazie all'ausilio del tajine e delle spezie che vengono da lontano.

Marcello è un inedito blend di Albarossa, Barbera e Merlot, vinificati in purezza e successivamente affinati in botti di rovere.
Un rosso rubino intenso, che profuma di frutti rossi speziati, morbido al palato.
Nasce da un piccolo produttore, Vigna dei Mastri, ben ispirato da un utilizzo ecosostenibile del territorio, quello così prezioso di Costiglione d'Asti.





Tajine d’anatra con albicocche e pistacchio

Ingredienti
600 gr di petto d’anatra, 60 gr di burro chiarificato, 150 gr di albicocche secche, 2 cucchiai di granella di pistacchio, 1 bicchiere di brodo di pollo (o acqua), 1 bicchiere d’acqua, 1 bastoncino di cannella , 1 cucchiaino di zenzero in polvere, 1 cucchiaino di cannella in polvere,  2 cucchiai rasi di zucchero, timo fresco, olio evo, sale in fiocchi e pepe nero macinato al momento.

Procedimento
Nella tajine* (pentola marocchina adatta a specifiche preparazioni, tanto da dare il nome ad un piatto, tipico della cultura gastronomica araba che solitamente viene preparato con carne di agnello o di montone) sciogliere 40 gr di burro e 1 cucchiaio di olio evo a fuoco vivace, unire la carne tagliata in piccola dadolata, facendola dorare .
Unire il bicchiere abbondante di brodo di pollo (o acqua, circa 250 mil), unire la stecca di cannella, un po’ di timo fresco, portare ad ebollizione. Coprire il tutto con il caratteristico coperchio conico e cucinare per circa mezz’ora a fuoco dolce.
Togliere dal fuoco, unire lo zenzero, il pepe, regolare di sale e mettere da parte.
Tagliare le albicocche in spicchi regolari.
In una casseruola dal fondo pesante unire ½ bicchiere d’acqua, lo zucchero, la cannella in polvere, mezzo cucchiaio di burro e le albicocche. Portare ad ebollizione e cucinare a fuoco allegro per circa 5’.

Riprendere la tajine, eliminare l’eventuale acqua di cottura in eccesso, coprire la carne con il sugo di albicocche e decorare con la granella di pistacchio e un rametto di timo fresco.

Che dire? Questa volta sono riuscita a dare un'informazione davvero completa! E per il week-end vi aspetto al Caseus Veneti 2011, per un tuffo nella migliore produzione casearia veneta, quest'anno con una novità: una scuola di cucina quanto basta ;)

9 ingredienti:

  1. Che ricetta originale, almeno per me.
    Il petto d'anatra è uno degli ingredienti che facci fatica a trovare qua e che quando trovo mi intimorisce.
    Le albicocche ed il pistacchio mi attirano assai. Al prossimo incontro col petto d'anatra ricorderò la tua ricetta, spero anche fattivamente :)
    Il vino è intrigante, Winexplorer fa sempre belle scelte!

    RispondiElimina
  2. Tajine decisamente ottima, trovo giusto l'abbinamento in tutti i sensi :-))

    RispondiElimina
  3. sai che il petto d'anatra non l'ho mai cucinato? e non so dirti nemmeno perchè? forse non fa parte della nostra cultura culinaria...bo.però vogio imparare..prendo nota! sempre interessanti i tuoi post ; )

    RispondiElimina
  4. Io non ho mai mangiato l'anatra....la tua ricetta mi piace e mi incuriosisce molto. :-)

    RispondiElimina
  5. fatico anch'io a trovare il petto d'anatra, tempo fa, ho avuto amici piemontesi ospiti per un w.e. ed ho voluto stupirli con una tua ricetta sull'argomento. ho prenotato con largo anticipo il necessario e allertato pentole e fornelli per l'impresa. il pomeriggio della cena, come pattuito con il fornitore mi presento per ritirare la materia prima....il fornitore si era dimenticato di procurarsi il petto d'anatra. ho rimediato con petti di tacchino...non credo sia la stessa cosa.
    mi viene in mente una bellissima commedia degli inarrivabili peppino e luigi de filippo: poveri in canna invitano a cena l'onnipresente direttore allettandolo con una sontuosa anatra ( o qualche cosa di simile ) che non potranno mai procurarsi . in cucina hanno solamente un uovo. organizzano , nella stanza adiacente all'ora di cena, un finto incidente di cucina con trambusto e clangore di pentole cadute per giustificare la mancata comparsa del millantato manicaretto, e di presentarsi con un uovo al tegamino, l'unica cosa rimasta in cucina dopo il falso incidente. mentre luigi intrattiene il direttore, nell'altra stanza si ode un terrificante rumore di pentole cadute e sulla porta si presenta peppino con il suo classico e splendido volto affranto. luigi, pronto alla battuta concertata in precedenza chiede: è caduta la prelibata anatra che avevi preparato? peppino risponde: no... è caduto l'uovo....
    mi accorgo di essermi dilungato troppo, ma desideravo raccontarti la mia defilippiana esperienza sull'argomento. tenterò questa nuova ricetta.
    chiedo scusa per l'invadenza,
    brontolo

    RispondiElimina
  6. Adori il petto di anatra anche se è difficile a trovarlo subito, bisogna ordinarlo!! a proprosito, sai i nostri amati bigoli al sugo d'anatra? ecco, tu hai la ricetta per fare home made il sugo d'anitra? mi piacerebbe farlo in casa ma non ho una ricetta valida...

    RispondiElimina
  7. "Ecco per te il 2° numero di OPEN KITCHEN MAGAZINE!
    Per sfogliarlo gratis clicca qui:

    http://www.openkitchenmagazine.com/

    Puoi seguirci anche su Facebook cliccando qui:

    http://www.facebook.com/openkitchenmagazine

    Un abbraccio,
    il Team di OPEN KITCHEN MAGAZINE

    ps: ci farebbe molto piacere se potessi condividere il banner del magazine con tutti i tuoi amici! Per farlo basterà andare sul nostro sito, nella sezione "condividi" e prelevare la copertina del magazine; il link diretto è questo:
    http://www.openkitchenmagazine.com/condividi/
    Te ne saremmo davvero grati! ^.^"

    RispondiElimina
  8. Ricettina molto interessante. Mi incuriosisce l'abbinamento dell'anatra con le albicocche secche. Complimenti, sempre bravissima!

    RispondiElimina
  9. @Rossella, un macellaio riuscirà sicuramente ad accontentarti. Il petto d'anatra è in effetti un taglio di carne che necessita di poca manipolazione e poca cottura. Davvero da riscoprire!
    @Grazie mille Gunther :))
    @Grazie Titty e Rosalba, come dicevo a Rossella si tratta davvero di un pezzo di carne da riscoprire :)
    @Brontolo...sei sempre un mito :)
    @Ciao Erika, ho una ricetta ma non l'ho ancora postata...mi sa tanto che dovrò farla presto. Un caro saluto!
    @Grazie Ragazze, non mancherò!
    @Grazie Zia Elle, troppo buona :)

    RispondiElimina

Benvenuti nella mia cucina!