Se l'uomo è ciò che mangia, il cuoco è ciò che cucina?

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO
20foodblogger, 20prodotti, una passione: Pomodorino di Torre Guaceto o Cipolla di Acquaviva? ;)

La Cucina Italiana

La Cucina Italiana
Special Ambassador

Lettori fissi

la cucina di qb è anche app

la cucina di qb è anche app
per telefoni Nokia

Dal 26 al 29 luglio torna “RIETI CUORE PICCANTE” 2° Fiera Campionaria Mondiale del Peperoncino




700 VARIETA’ PROVENIENTI DA TUTTO IL MONDO PER L’EVENTO PIU’ PICCANTE DELL’ANNO
E ARRIVA UN NUOVO SISTEMA PER IL CALCOLO DEL GRADO DI PICCANTEZZA DEL PEPERONCINO


Dopo il grande successo della prima edizione Rieti torna ad essere per 4 giorni la capitale internazionale del peperoncino, ospitando la seconda attesa edizione della Fiera Campionaria Mondiale di questa amatissima spezia.

Un evento straordinario che vedrà presenti 700 varietà provenienti da tutto il mondo, dallo jalapeño al poblano, dal cascabel all’habaneto, passando per il nostrano diavolicchio e molti altri.

La grande esposizione reatina proporrà dunque peperoncini provenienti dai 5 continenti che anche quest’anno coloreranno le più belle piazze del centro storico della suggestiva città laziale in quello che è già diventato un appuntamento imperdibile per appassionati e gourmet che nella scorsa edizione si sono riversati a Rieti, arrivando all’incredibile numero di 100mila presenze.

 Il tutto in un clima di internazionalità che prevede la presenza ufficiale di Paesi ospiti: Messico e Ghana e probabilmente anche l’India che, nel corso delle giornate, attraverso stand istituzionali proporranno una grande varietà di prodotti e piatti tipici e tradizionali del proprio Paese e porteranno gruppi di artisti che con le loro esibizioni arricchiranno il già notevole programma della manifestazione.

Un grande evento che ritorna, grazie all’efficacia della macchina organizzativa dell’Associazione Peperoncino di Rieti e alla collaborazione e al sostegno del Comune e della Provincia di RietiRegione LazioCamera di Commercio Industria Agricoltura e Artigianato di Rietil’Ascom Confcommercio,  Fenacom Rieti, la Coldiretti, la Fondazione Varrone, la Cassa di Risparmio di Rieti e l’Accademia Italiana del Peperoncino. L’iniziativa reatina ha come scopo principale quello di esaltare un prodotto che vanta nel mondo circa due miliardi e mezzo di consumatori.



Al  peperoncino anche quest’anno saranno dedicati convegni, mostre e incontri, oltre alla visita di importanti artisti nazionali del calibro di Gigi D’Alessio, Anna Tatangelo, i Cugini di Campagna (autori di una hit dedicata proprio al peperoncino), Lando Buzzanca, Pippo Franco  e Lino Banfi.

Una menzione a parte merita la principale novità di questa seconda edizione: saranno infatti presentati i primi risultati di una ricerca che l’Università di Perugia sta portando avanti, su incarico dell’Associazione Peperoncino di Rieti e dell’Assessorato all’Agricoltura della Regione Lazio, per mettere a punto un sistema scientifico per il calcolo del grado di piccantezza del peperoncino.

Il sistema attuale, la scala Scoville, usata dal 1912 a oggi, è un sistema empirico e che prevede la costruzione di una scala graduata di valori che variano in base al contenuto di capsaicina presente nelle diverse varietà di peperoncino. Wilbur Scoville stabilì arbitrariamente un  valore di 16.000.000 per la capsaicina ed è questo il punto debole del sistema al quale si cerca di ovviare, proprio attraverso questo innovativo sistema, stabilendo un valore assoluto e scientificamente certo che, una volta accettato, rappresenterà una novità di portata mondiale.

Ma “Rieti Cuore Piccante” offrirà anche importanti spunti di riflessione sull’importanza salutistica, economica e storica del capsicum (nome scientifico del peperoncino).

Non tutti sanno, ad esempio, che a dispetto di un crescente utilizzo di questa spezia nella nostra cucina, ben il 70% del peperoncino consumato in Italia proviene da mercati esteri. Che in taluni casi esportano un prodotto di bassa qualità, reso addirittura nocivo dall’uso del Sudan, un colorante tossico.  Mentre l’Italia, per caratteristiche climatiche, potrebbe diventare un importante produttore mondiale con conseguenti benefici economici. E anche salutistici, perché sono diverse le virtù della spezia rossa, non ultima quella di contenere, se consumato fresco, la preziosa vitamina C.

E allora appuntamento a Rieti, dal 26 al 29 luglio, per una piccante kermesse tutta da gustare con stand con prodotti di tutti i tipi, sempre ovviamente “arricchiti” dall’oro rosso della tavola.

La manifestazione è stata presentata ieri a Palazzo Rospigliosi alla presenza autorità e ospiti del mondo dello spettacolo e del giornalismo.

Credits Agenzia Primo Piano

english version webflakes.com

1 ingredienti:

Benvenuti nella mia cucina!