Se l'uomo è ciò che mangia, il cuoco è ciò che cucina?

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO
20foodblogger, 20prodotti, una passione: Pomodorino di Torre Guaceto o Cipolla di Acquaviva? ;)

La Cucina Italiana

La Cucina Italiana
Special Ambassador

Lettori fissi

la cucina di qb è anche app

la cucina di qb è anche app
per telefoni Nokia

S.Pellegrino Cooking Cup: dall'Australia con passione








 Un vento sostenuto in partenza che è andato a crescere fino a trasformarsi in un vero e proprio “neverino” ha contrassegnato la dodicesima edizione della S.Pellegrino Cooking Cup mettendo a dura prova gli equipaggi e gli chef all’opera sotto coperta. La combinata vela-cucina organizzata da S.Pellegrino in collaborazione con la Compagnia della Vela di Venezia è stata vinta quest’anno dall’imbarcazione “Australia” timonata dal triestino Paolo Cerni, coadiuvato sottocoperta da Richard Ousby, giovane chef emergente che S.Pellegrino ha scovato nella terra dei canguri.


Ousby con il piatto “Bietola di sgombro con crema d'aglio, piselli e riso tostato” ha ottenuto il titolo Acqua Panna e S.Pellegrino Young Chef of the Year battendo altri nove chef internazionali provenienti quest’anno da Cina, Belgio, Lussemburgo, Russia, Olanda, Emirati Arabi Uniti, Israele, Svezia e Italia. Podio, con il terzo posto, per lo chef italiano Lorenzo Cogo patron del ristorante El Coq di Marano Vicentino che ha presentato il piatto Sgombro in Cambusa. Al secondo posto lo svedese Jacob Holmstrom.

Il Trofeo Acqua Panna dedicato al cuoco non professionista è andato invece alle “Sarde in saor con polenta di riso e bisi” cucinato da Luca Nogara imbarcato su Spritznaker.
Per Cogo e per l’imbarcazione “Italia” timonata da Piero Baschieri, ottimo secondo posto in classifica combinata per il Trofeo Inside the Cooking e quinto posto assoluto nell’ambito del Trofeo S.Pellegrino che ha coinvolto le 33 imbarcazioni iscritte alla regata.  


A causa del maltempo, la giuria gastronomica presieduta da Francesca Barberini, volto noto del Gambero Rosso Channel, che contava anche grossi calibri come Massimo Bottura, patron dell’Osteria Francescana di Modena giudicato al 5° posto tra i migliori ristoranti al mondo nel 2012, e l’argentino Mauro Colagreco del Mirazur di Mentone, ha avuto il suo bel da fare a giudicare i piatti direttamente in banchina.








0 ingredienti:

Posta un commento

Benvenuti nella mia cucina!