Se l'uomo è ciò che mangia, il cuoco è ciò che cucina?

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO
20foodblogger, 20prodotti, una passione: Pomodorino di Torre Guaceto o Cipolla di Acquaviva? ;)

La Cucina Italiana

La Cucina Italiana
Special Ambassador

Lettori fissi

la cucina di qb è anche app

la cucina di qb è anche app
per telefoni Nokia

"Diversamente cotto" ovvero la diversità che ci rende uguali

Villa Ceri di Cerveteri, la bella struttura nei pressi della Necropoli etrusca e del borgo antico di Ceri, a pochi chilometri di distanza da Roma, ospiterà il prossimo Sabato 2 Marzo una serata decisamente fuori dall’ordinario, "Diversamente cotto".
Una cena a molte mani….

Quelle giovani sapienti e talentuose, dello Chef Gianfranco Bruno (Executive del Relais & Chateaux Villa S. Martino di Martina Franca) guideranno e coordineranno quelle ricche di vita e passione dei ragazzi dell’Associazione Trisomia 21 di Firenze.

Trisomia 21 è una Onlus (fondata nel 1979) che da anni, con il suo team di operatori professionali,  si occupa di supportare nell’integrazione sociale, scolastica e lavorativa  le persone nate con questa anomalia cromosomica (è tutta lì la “differenza” in quel cromosoma in più di una cellula..)

Il  Laboratorio di cucina è uno dei molteplici che Trisomia 21 ha creato e cura, altri sono dedicati al teatro, alla musica, all’arte.

Quelli che, come noi, per passione e per mestiere, si occupano di cibo, ne segnalano sempre l’aspetto “culturale” nel senso ovvio del conoscere e raccontare abitudini e civiltà di territori e popoli.
Un po’ meno si parla dell’aspetto più intimo e profondo del cibo, intriso di forte valenza fattuale e simbolica, quello del “nutrire”, gesto affettivo primario, inciso nel paesaggio emotivo di ogni essere umano.

I gesti della manipolazione del cibo esprimono, in modo più o meno consapevole, la gioia di “creare” una forma, la soddisfazione di dare forma ad una sostanza che andrà a nutrire il bisogno ed il piacere di altri che per questo ci apprezzeranno e ci saranno grati, nutrendoci a loro volta di apprezzamento ed amore.
Per limitati che siano questi sentimenti (certo comunque affidati alla sensibilità del singolo..) e conchiusi nello spazio e nel tempo di un convivio, o anche solo di un pasto, costituiscono  piccoli semi destinati a germogliare e, se a loro volta nutriti, a crescere.

Crediamo che sia questo a fare della “manipolazione del cibo”, come si legge nel sito di Trisomia 21 (www.trisomia21firenze.it) una “preziosa leva terapeutica” nello sviluppo personale e nell’integrazione lavorativa di queste persone.

La conquista della propria autonomia  personale inizia dal controllo dei piccoli gesti del quotidiano, diventa “servizio”, in cucina e in sala, mestiere, lavoro, conquista di uno spazio e di un ruolo sociale.

Questa perfetta coincidenza del “buono” (nella sua accezione più ampia e nobile) con il “bello”,  rende “extra ordinario” l’evento “Diversamente cotto” (di cui vi alleghiamo immagine, informazioni, menu)  e su cui ci auguriamo voglia fermarsi la vostra attenzione.

 

0 ingredienti:

Posta un commento

Benvenuti nella mia cucina!