Se l'uomo è ciò che mangia, il cuoco è ciò che cucina?

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO
20foodblogger, 20prodotti, una passione: Pomodorino di Torre Guaceto o Cipolla di Acquaviva? ;)

La Cucina Italiana

La Cucina Italiana
Special Ambassador

Lettori fissi

la cucina di qb è anche app

la cucina di qb è anche app
per telefoni Nokia

La musica è la lingua della passione e vi aspetta a "Siena and Stars". Con delle ricette ed un contest davvero stellari


Una recente analisi economica ha stabilito che per ogni euro investito in cultura se ne ottengono tre di ritorno:  un conto economico sempre in attivo che sa dare qualità alla nostra vita. Ed è quello che offrirà "Siena and Stars" fra poche settimane.
Iko International, in collaborazione con la Regione Toscana e la Confcommercio locale, presenterà a  Siena, nella magnifica Piazza Duomo, un cartellone ricchissimo di date e momenti legati alla musica (lirica, jazz, pop) e alla danza. 


Per rendere più golosi i momenti che anticiperanno i diversi appuntamenti musicali che si susseguiranno dal 10 luglio al 2 agosto (qui tutti i dettagli del programma) la Confcommercio ha pensato di invitare 24 blogger che, abbinate a quattro diversi ristoranti e in collaborazione con gli chef, daranno vita a dei menù particolarmente ispirati e che potranno essere condivisi con gli altri ospiti, grazie ad una specifica App che troverete anche nel mio blog dal 25 giugno.

Infine il contest abbinato, i "Piatti delle Stars", dedicato a tutti i possessori di blog che vorranno inventare una ricetta (dall'antipasto al dolce) ispirata ad uno dei personaggi e genere musicale presenti sul cartellone di "Siena and Stars": la vincitrice o il vincitore potrà assistere al concerto di Ludovico Einaudi (previsto per il 26 luglio) e vedrà la propria ricetta riprodotta da uno dei ristoranti partecipanti. Il contest comincia oggi, 17 giugno, e terminerà il 17 luglio.


Da oggi e nei prossimi giorni avrete l'occasione di leggere i post e le ricette che le 24 blogger hanno preparato ispirate dall'artista che avranno l'occasione di seguire durante il backstage del concerto e, vi confesso, che sono davvero molto emozionata nel confidarvi che sarò a Siena il 26 luglio, proprio in occasione del concerto che terrà Ludovico Einaudi, "In a time Lapse".

E' un artista che amo molto e che seguo da tempo e con stupore ho scoperto qualche tempo fa che nei diversi store digitali in possesso di Edoardo, il mio "piccolo" sedicenne, erano conservati alcuni suoi pezzi. "Certo che lo ascolto, non piace mica solo a te!", è stata la sua risposta. Evidentemente la passione di Enrica, la sorella musicofila, lo ha positivamente contagiato.


"Divenire" è il brano che me lo fece conoscere ma è con “La nascita delle cose segrete” che le decine di appunti presi rigorosamente a matita, pagine di giornali strappate, segnalibri un po’ macchiati che fanno pandan con analoghe macchie in vecchi ed ingalliti libri che li contengono, prendono forma e contenuti e si trasformano in piatti. In un continuo divenire.

E nel mio continuo divenire c’è un’immagine, un sogno che prima o poi diverrà realtà:  un tavolo bianco e tanti, colorati e logorroici ingredienti che fremono per raccontare una storia ovvero la ricetta che li ha portati lì. La raccontano passo dopo passo, in una sorta di maieutica culinaria, ed io sarò sempre con loro, fino a quando mi resterà solo la forza di ascoltare i loro racconti e la musica che li accompagna. Perché è passo dopo passo che si raggiungono i propri sogni.

La ricetta che ho pensato per "I Piatti delle Stars" è proprio un divenire: è la "mia" caprese, il freschissimo piatto estivo, che qualche anno fa divenne "croccante", lo scorso anno "soffice" ed ora...




Divenire... Tortino di pistacchio con gelato di bufala al coriandolo e spuma di datterini confit


Ingredienti (per 6 persone)
Per il tortino (gluten free)
150 gr di pistacchi tostati, 2 uova bio, 75 gr di zucchero profumati alla vaniglia, 50 gr di burro, 4 gr di lievito per dolci, ½ bicchierino di limoncello, 1 limone bio.

Tostare i pistacchi, lasciarli raffreddare e tritarli finemente. Montare gli albumi a neve ferma.
Montare i tuorli con lo zucchero, unire il burro morbido e il limoncello. Mescolare con una spatola ed unire delicatamente i pistacchi e successivamente gli albumi.
Ungere ed infarinare dei piccoli stampini monodose, versare il composto riempendoli per 2/3 e cucinare i tortini nel forno statico già caldo a 170° per circa 35’.
Sfornarli e lasciarli raffreddare sopra una gratella.

Per il gelato
160 g di burrata, 320 g di latte crudo, 100 g di panna fresca, 24 gr di glucosio, qualche seme di coriandolo pestato con un mortaio

Portare a bollore il latte con il glucosio e la polvere di coriandolo e far raffreddare per qualche minuto. Nel frattempo frullare la burrata ed unirla al latte. Montare appena la panna e versarla nel composto. Trasferire tutto nella gelatiera e far mantecare per circa 35' (dipende dalla potenza espressa dalla gelatiera).

Per i datterini confit
600 gr di datterini, zucchero di canna "muscobado"

In una leccarda coperta da carta forno disporre i datterini lavati, spolverarli con una presa di zucchero di canna e cucinarli nel forno statico già caldo a 140° per circa 2h30'.

Per la spuma di pomodoro
400 gr di passata di datterini conft, 100 gr di panna, 2 cucchiai di olio di noci, 2 fogli di gelatina, la punta di un cucchiaio di triplo concentrato di pomodoro, 4 gocce di tobasco, 10 gr di glucosio, pepe nero lungo macinato al momento.

Tenere qualche datterino da parte per la decorazione, frullarli, passarli al colino e mettere in un pentolino la vellutata ottenuta, unire i fogli di colla di pesce ammollati in acqua fredda, la panna, il concentrato, il tobasco ed il pepe. Mescolare bene. Ripassare nuovamente al colino, emulsionare con l'olio di noci, versare nel sifone, unire una cartuccia e conservare in frigo capovolto per circa 3 ore e comunque fino al momento del servizio.

Comporre il piatto, preferibilmente conservato in frigo, spolverandolo con un po' di zucchero profumato alla vaniglia e frullato fino ad ottenerne una polvere, adagiare un tortino e coprirlo con un po' di spuma di datterini e decorare con un pistacchio intero, a fianco posizionare una quenelle di gelato e decorarla con un datterino confit. Terminare il piatto con una granella grossolana di pistacchio, un paio di datterini, qualche scaglia di cioccolato fondente al 72% e qualche zeste della scorza di un cedro e di un limone di Sorrento (o bio), se gradite.

12 ingredienti:

  1. iniziare la giornata con questo tortino è proprio una delizia per la vista e l'immaginazione. Eolo

    RispondiElimina
  2. Grazie Eolo e buon inizio anche a te! Il problema piu' grande e' stato riuscire a rendere carina la foto: con il caldo che c'era ieri la quenelle di gelato resisteva pochi secondi!

    RispondiElimina
  3. Post meraviglioso! Dalle parole, alla ricetta, alla musica che ti ha ispirata, che io adoro :)
    Peccato non essere insieme, ma siam molto vicine di date, per cui chi lo sa, magari ci si vede ^_^
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elisa, in effetti Einaudi e' davvero unico, come la citta' di Siena! Magari potessimo vederci: a naso all'aria a degustare le bonta' proposte :) Un abbraccio anche a te!

      Elimina
  4. Tu hai la capacità di lasciarmi ogni volta a bocca aperta. Ma come sarai? La cosa che mi elettrizza di tutto questo Evento, non è la musica che pur è parte della mia vita, non è il buon cibo, e tu conosci la mia golosità....è la vostra presenza che renderà tutto assolutamente unico ed irripetibile. Voglio dirti grazie con tutto il cuore per avere accettato la sfida ed avere voluto giocare con noi!
    Un abbraccio fortissimo. Pat

    RispondiElimina
  5. Una splendida proposta... complimenti anche qui. :)

    RispondiElimina
  6. I tuoi post sono sempre mozzafiato, come Siena and Stars, una manifestazione splendida!
    Ciao bella!

    RispondiElimina
  7. Peccato non poterti incontrare, questa manifestazione è una vera manna, ci vogliono ogni tanto eventi che sappiano risvegliare le menti sopite...e naturalmente parlo della mia! :)

    RispondiElimina
  8. Resto a bocca aperta. Mi piace il tuo raccontare. Dare anima ad un piatto. Spiegarne il concetto. Studio, passione e maestria. Che sei brava te l'ho detto in altre occasioni..ma qui DIVENTI sempre più brava. L'evoluzione dei tuoi piatti è una tua evoluzione. Peccato essere in serate diverse ma prima o poi ci rincontreremo. Baci

    RispondiElimina
  9. Come avevo fatto a perdermelo questo post e che ricetta, complimenti sembra propria un sinfonia con quei sapori come note che si sposano. Bravissima.

    RispondiElimina

Benvenuti nella mia cucina!