Se l'uomo è ciò che mangia, il cuoco è ciò che cucina?

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO
20foodblogger, 20prodotti, una passione: Pomodorino di Torre Guaceto o Cipolla di Acquaviva? ;)

la cucina di qb è anche app

la cucina di qb è anche app
per telefoni Nokia

La Cucina Italiana

La Cucina Italiana
Special Ambassador

Lettori fissi

Caro Grillo, ci sono i falsi positivi ed i falsi negativi. E poi ci sono i falsi.


Caro Grillo,
non ti ho mai amato e neppure odiato. 
Mi sono limitata ad ignorarti, esercizio di stile che comunque necessita di un certo sforzo, oltre ad una certa educazione. 
Dai tuoi interventi comici nella Rai di Pippo Baudo degli anni '80, agli spettacoli ambientalisti di vent'anni dopo fino alle tue recenti battaglie politiche in rete attraverso un blog ho sempre avuto la sensazione che tu fossi un po' maschilista. 
Complesso da spiegare in quanto il tuo maschilismo, nel tempo, è diventato misoginia che si è trasformata in misantropia. Selettiva.
Credo infatti che non ti stiano sulle scatole solo le donne ma tutto il genere umano della cui incondizionata ammirazione non puoi, purtroppo, fare a meno (del resto il VaffaDay è roba tua). Altrimenti chi genererebbe il traffico che rende il tuo blog, fonte Sole 24 Ore e non Donna Letizia, valutabile dai 5 ai 10 milioni di euro?


Hai definito Rita Levi Montalcini "vecchia puttana" colpevole, secondo te, di aver accettato il Nobel acquistato per lei da una multinazionale farmaceutica. Ma hai sostenuto, a suo tempo, il tanto discusso, e poco scientifico, Metodo Di Bella.
Hai scomunicato la tua consigliera bolognese Federica Salsi, colpevole, sempre secondo te, di aver accettato l'invito a Ballarò, in quanto la "televisione per lei era come il punto G". Ma hai serenamente perdonato, come un pastore con la pecora nera che torna all'ovile, tanti militanti che ugualmente si erano lasciati sedurre dalle poltrone dei talk show.
Infine, se non altro per non annoiare i miei pochi lettori, hai sostenuto battaglie contro l'ex governatore Fazio per la nota vicenda Antonveneta ma non hai disdegnato sottoscrivere un condono fiscale, uno dei tanti promossi dai governi Berlusconi. Insomma, mi dai l'impressione che tu sia sempre alla ricerca di un centro di gravità permanente, sempre attraente, sempre magnetico, e per questo motivo salti di battaglia in battaglia, circondato dall'afflato adorante di masse che sottosotto ti infastidiscono un po'.

Ora te la prendi con Umberto Veronesi
E ci sta. Del resto cosa sta accadendo nel mondo che potrebbe valere la tua attenzione veemente, il faro del tuo blog e dei tuoi lettori? Nulla, effettivamente. 
Ed allora prenditela anche con la prevenzione e avvolgi pure il tuo intervento con la scandalizzata denuncia che dietro alla diagnostica per immagine ci sono sporchi traffici e business illeciti! 
Convinci pure le tue militanti (mi auguro solo quelle, per rispetto ai neuroni di tutte le altre) che sottoporsi a screening programmati nel tempo sono solo delle manovre dell'internazionale sionista e che preoccuparsi di prevenire malattie mortali ha l'unico scopo di foraggiare i bonus dei Ceo delle multinazionali farmaceutiche.

Io continuerò a farmi la mia mammografia ed ecografia annuali perché purtroppo sono una di quelle persone che con il cancro deve convivere, come mia mamma, mia sorella, una mia cara amica, la moglie del mio capo, l'ex vicina di casa, la postina del paese vicino, la nuora di una mia collega, la compagna di scuola delle superiori. 
No, lei no. Antonella non ce l'ha fatta.


Una domanda, caro Grillo, perché te la sei presa con la mammografia? Lo sai che la diagnostica per immagini (e per pietà ti risparmio le tecniche della radioterapia dalla IORT in giù) promossa dall'Istituto guidato per anni da Veronesi negli ultimi anni è stata applicata con successo anche alle neoplasie della prostata? 
Il pisello si e le tette no? 
Altra battaglia selettiva di distrazione di massa?

In questi giorni di anticipo di estate, con gli esperti del meteo che hanno preventivato una stagione estiva caldissima, peggio del 2003, che durerà fino ad ottobre, e con pochi argomenti sui quali battagliare, finite le maratone elettorali, credo saranno dei mesi duri e stressanti per te, con tutta la diaspora interna che ti ritrovi. Ti consiglio un buen ritiro a Malindi, nel monolocale di Briatore, o a Lugano, ad incidere un'altra canzone con Mina. 
E lascia le donne tranquille, con il loro cancro, con la loro prevenzione e cura, con l'affetto dei loro cari e la professionalità degli operatori dei reparti di oncologia.


Ma siccome io parlo anche con le ricette non potevo non pensare ad una che è buona e che farà bene anche a te e che ricorda la Mamma quasi come la torta di mele: una bella confettura preparata con i mirtilli, il frutto blu che nella cromoterapia suggerisce calma e serenità (ho la sensazione ti manchino assai), ricco di antociani,  di vitamina A e C, con lo zenzero, radice preziosa e non solo in cucina e con lo zucchero di cocco, che possiede un indice glicemico più basso dello zucchero ed è ricco di sali minerali. 

Confettura di mirtilli e zenzero con zucchero di cocco
Ingredienti (per 4 vasetti da 250 gr)
1 kg di mirtilli
1 kg di zucchero di cocco
2 limoni bio
150 g di radice di zenzero fresca
2 bicchieri d’acqua.

Procedimento
Lavare ed asciugare i mirtilli, mondare la radice di zenzero della buccia con un pelapatate.
In una casseruola con il fondo pesante unire l’acqua, lo zucchero e il succo dei due limoni, portare al bollore e cuocere lo sciroppo per circa 10’.
Unire i mirtilli, riportare a bollore, mescolare bene, unire la radice di zenzero grattugiata e cucinare a fuoco dolce per 40’ o fino alla prova piattino.

Sterilizzare quattro vasetti di vetro immergendoli in una pentola d’acqua bollente, farli bollire per 10’ e con un paio di pinze ritirarli dall’acqua e farli asciugare appoggiandoli sopra un canovaccio pulito.

Versare all’interno dei vasetti la confettura bollente, avvitare un coperchio pulito, rovesciare i vasetti per ottenere il sottovuoto e lasciar raffreddare.
Conservare in dispensa al buio un mese prima di consumare la confettura.

22 ingredienti:

  1. Quanto in basso puo' scendere un uomo? Gia' lo pensavo prima, adesso sono sicuro: e' Non compos mentis. Almeno lo spero per lui.
    E, sia pure con spreco di soldi, la mammografia preventiva permette di scoprire tumori allo stato iniziale, quindi con buona speranza di guarigione. Se anche solo una donna si salvasse perche' presa in tempo la spesa sara' ampiamente giustificata.

    RispondiElimina
  2. Grazie Anna per dare voce a parole che molti di noi pensano ma non riescono a dire così bene. Questo post è da condividere e spero che faccia grandi giri nel web fino ad arrivare ad uno dei pochi neuroni rimasti da quest'uomo obnubilato dalla rabbia. E che tanto, ovviamente, non capirà. Gli posso augurare solo tanta salute....
    Un forte abbraccio. Pat

    RispondiElimina
  3. ...per Grillo "un buon tacer non fu mai scritto"... ogni parola per lui sarebbe solo sprecata!!!

    RispondiElimina
  4. Un post bellissimo, che va condiviso a più non posso. E, per collegarmi al commento di Corrado, mi sa che quello di Grillo è COMPOST mentis (così siamo anche ecologici!).

    RispondiElimina
  5. Grazie, davvero. Sapete che esco poche volte dall'argomento "cibo" in quanto già quello, da solo, ha materiale infinito sul quale riflettere. Ma dopo averlo ascoltato alla radio ieri sera e letto un po' di commenti online mi sono venute le "fumane" come avrebbe detto mia mamma. Perché in amore in guerra e in campagna elettorale è tutto lecito ma chi svolge un ruolo, purtroppo, in questo caso, di opinion leader, se non addirittura di guru, dovrebbe attaccare il cervello alla lingua prima di dar ossigeno ai polmoni. A fatto di avercelo, naturalmente.

    RispondiElimina
  6. Ho letto il tuo post con vero interesse e poi piacere. Non avrei saputo esprimermi con parole migliori. Ho appena fatto eco e mammo e ne vado fiera e non faccio altro che ripeterla a tutte le amiche. La prevenzione è l'arma più importante! Quante persone e parole inutili al mondo, per fortuna non le tue. :-)

    RispondiElimina
  7. Non avevo sentito questa ultima, farneticante esternazione, e rimango allibita.
    Purtroppo, in virtù dell'esposizione mediatica che ha, certa gente fa danni enormi alla collettività anche solo ad aprire bocca, laddove altri sarebbero al massimo fastidiosi per i malcapitati interlocutori.
    Ecco, se solo queste persone potessero essere relegate laddove starebbero meglio: al bancone del bar del villaggio.
    Con questo post hai dato voce - come al solito in maniera pacata ma estremamente efficace - ai pensieri di tanti, e non solo legati questo infelice episodio. Grazie.
    Alice

    RispondiElimina
  8. Grazie Anna: stamattina sentivo al giornale radio dell'ultima esternazione di Grillo e mi sono davvero indignata. Davvero quel pover'uomo non ha altro da fare se non combattere donchisciottescamente contro i mulini a vento da lui stesso creati.
    E tu hai fatto bene a cantagliene quattro... e ad accompagnare il tutto con una marmellata davvero speciale!

    RispondiElimina
  9. Non sapevo di questa ulteriore, inutile, aberrante esternazione. Avrei tanto voluto che questa, anche questa, se la fosse risparmiata. Condivido! E grazie per la marmellata!

    RispondiElimina
  10. Grandissima Anna Maria.... grandissima!!! E se trovo lo zuchero di cocco ti copio questa bellissima ricetta...baci Flavia

    RispondiElimina
  11. Va beh, il "signor" Grillo si commenta da solo ogni volta che apre bocca. Buon per lui che c'è libertà di espressione, e buon per lui che ci siano tanti sciocchi che lo considerano un guru.... Ma la tua marmellata di mirtilli è così buona che di sicuro toglierà l'amaro lasciato in bocca dalle esternazioni del comico genovese.

    RispondiElimina
  12. Mi sono sempre volutamente ed accuratamente astenuta dai commenti su personaggi politici. Ma qui si parla di un ex pseudo comico che è diventato pietosamente grottesco passando per il pagliaccesco, e allora ci sta, con tutto il cuore, un bel "vaffà" da una che è ancora nei fatidici 5 anni di limbo.

    RispondiElimina
  13. Non sapevo nulla... ora so e provo schifo e vergogna. E mi dispiace per chi, pecorecciamente, ancora in buona fede gli crede. Spero aprano gli occhi (e le orecchie). Ti stimo tanto!

    RispondiElimina
  14. Senza parole alla bassezza non c'è limite
    il dramma è che viene acclamato
    Bravissima per l'eleganza di questo post ................ non serve urlare per raccontare
    Con stima Manu

    RispondiElimina
  15. Leggo con piacere questo articolo. Purtroppo non avevo sentito nulla.
    Buona giornata
    Tiziana

    RispondiElimina
  16. credo che vi siate completamente sbagliati su dichiarazione di grillo lui non ha mai menzionato inutilita della mammografia ma chiedeva di fare un controllo su tutti coloro che avevano finanziamenti da parte di societa farmaceutiche e veronesi era solo un esempio basato su popolarita dello stesso.se vedete su youtube sua dichiarazione anche un bambino capisce che tutto era macchinato per infangare grillo e il m5s. vedi video su la7...https://www.youtube.com/watch?v=taCNuHX4Wbs vedere e ascoltare grazie prima di criticare

    RispondiElimina
  17. Primo, ci si firma.
    Secondo, usare punti e virgole e' consentito dalla Costituzione e non fa venire l'ittero.
    Terzo,in tutti questi anni mi son ben guardata di commentare una singola affermazione di Grillo proprio per evitare accuse tipo "macchina del fango" et similia, da disco rotto.
    Quarto: le affermazioni fatte da Grillo le ho ascoltate e poi lette, anche in momenti non sospetti, quando chiamava Veronesi "Cancronesi" ai tempi della querelle degli incerenitori, tipo quello di Parma.
    Quinto, io non infango nessuno visto che esistono dei video che riportano anche le affermazioni iniziali e non certo le repliche successive spammate per coprire la palese figuraccia.

    RispondiElimina
  18. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina

Benvenuti nella mia cucina!