Se l'uomo è ciò che mangia, il cuoco è ciò che cucina?

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO
20foodblogger, 20prodotti, una passione: Pomodorino di Torre Guaceto o Cipolla di Acquaviva? ;)

La Cucina Italiana

La Cucina Italiana
Special Ambassador

Lettori fissi

la cucina di qb è anche app

la cucina di qb è anche app
per telefoni Nokia

"Il tacchino va bene per il Natale, ma il Natale non va bene per il tacchino." (Achille Campanile)

Mazzancolla e lardo di colonnata in camicia di verza e spirale di sfoglia


Veloce antipasto in versione finger food per le colazioni - brunch - pranzi - cene che da almeno due settimane incombono sulla nostra serenità, sulla gestione della giornata e, soprattutto, sul nostro giro vita.

E qui ci vorrebbe un giro di vite.

Ma siccome le cose si stanno già trascinando verso questa china è meglio, almeno per 24 ore, respirare un po' con la pancia e sperare che Babbo Natale se la legga davvero la letterina che gli ho scritto. 
Non ho chiesto nulla per me, mi reputo una donna fortunata (che ha comunque lottato giorno per giorno per affermare i propri se ed i propri ma), ma ho chiesto un po' di pace per questo paese e per il futuro dei miei figli.
Perchè se andiamo avanti così la pace, quella eterna, ci verrà consegnata, su vassoi d'argento, dalla speculazione internazionale. E le pezze al "sedere" non saranno più un delizioso effetto vintage-cool ma la fotografia di una china in discesa dalla quale non si risalirà più.


Mazzancolla e lardo di colonnata in camicia di verza e spirale di sfoglia


Mazzancolle con lardo di colonnata, camicia di verza e spirale di sfoglia


Ingredienti
mazzancolle (una per ogni involtino), lardo di colonnata (una fettina sottile per ogni singolo crostaceo), una verza piccola (una foglia per ogni involtino), una confezione di pasta sfoglia fresca (una strisciolina per ogni singolo finger food).

Preparazione
Pulire le mazzancolle liberandole dal carapace e dal budello interno e mettere da parte. 
Da una verza recuperare tante foglie quanti involtini si desiderano preparare e sbollentarle in acqua bollente per un paio di minuti (se si desidera utilizzare i carapaci per ottenere un fumetto con il quale sbollentare le foglie di verza mi pare un'ottima idea!), stenderle ad asciugare sopra un canovaccio.
Srotolare la pasta fresca, stenderla ed ottenere tante striscioline di circa 1 cm di larghezza.
Avvolgere ogni singola mazzancolla con una fettina di lardo, formare un roll con la fogli di verza e chiudere con una striscia di sfoglia a mo' di spirale.

Cucinare nel forno già caldo a 200° per 12'-15' o fino alla doratura della sfoglia e servire gli involtini tiepidi.
In cottura il lardo di colonnata, sciogliendosi, aromatizza il crostaceo e la foglia di verza mentre la sfoglia racchiude ed ammorbidisce il tutto.

Perchè ad essere buoni c'è più gusto.

8 ingredienti:

  1. Aboccaperta... chissà se riesco a inserirle nel menu di Natale... o della vigilia... o di santostefano, dell'antivigilia, del primogiornolavorativodoponatale...

    RispondiElimina
  2. @ Emanuele, sei un figo internazionale (affermazione del mio capo nei confronti di persone davvero uniche!)

    RispondiElimina
  3. Chè bontà!!! Auguri per un sereno natale a te e famiglia. Max.

    RispondiElimina
  4. @Grazie Max. Ricambio di cuore gli auguri a te e ai tuoi cari.

    RispondiElimina
  5. Un'idea originale, peccato aver già predisposto tutto il menù per Natale, ma li segno per capodanno!!!
    Ti faccio tantissimi auguri di Buone Feste!!!

    RispondiElimina
  6. @E' una ricetta per tutto l'anno :) Un abbraccio e tanti auguri di cuore a te ed ai tuoi cari!

    RispondiElimina
  7. ciao!! bellissima questa ricetta, ti auguro un felice 2011!!!!!!!!!! a presto, Mozza

    RispondiElimina
  8. @Grazie mille Mozza e auguri di cuore anche a te!

    RispondiElimina

Benvenuti nella mia cucina!