Se l'uomo è ciò che mangia, il cuoco è ciò che cucina?

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO
20foodblogger, 20prodotti, una passione: Pomodorino di Torre Guaceto o Cipolla di Acquaviva? ;)

la cucina di qb è anche app

la cucina di qb è anche app
per telefoni Nokia

La Cucina Italiana

La Cucina Italiana
Special Ambassador

Lettori fissi

Quelli del formaggio - reloaded: cestini di pasta fillo con verza brasata, lardo e fonduta di caprino


Seconda ricetta dello showcooking per il Caseus Veneti 2011, manifestazione itinerante dedicata a quanto di più buono il mondo del formaggio veneto riesca ad esprimere: eccellenze che nascono dalla passione e dalla fatica, sentimenti forse vintage ma i soli che ci potranno salvare da questa deriva delle emozioni.

 i neurini ci fanno un baffo, ci fanno :)

Ecco allora una seconda ricetta delle molte che sono state presentate, grazie anche alle amiche Barbara e Patricia: un cestino croccante colmo di ingredienti semplici, la cui indiscussa qualità riesce a trasformare in un boccone davvero goloso.

ma dove l'ho messo?! 

di quello che c'è non ci manca niente ;) 

 occhio al colpo di polso!

E io lavo!

mamma che ansia...

ditelo con i fiori :D



Cestini di pasta fillo con verza brasata e lardo con fonduta di caprino

Ingredienti
Pasta fillo, 1 verza, 300 gr di lardo di colonnata in fette spesse,  1 cipolla bianca, 200 gr di caprino fresco, 100 gr di panna fresca, timo fresco, ½ bicchiere di fino bianco secco, noce moscata, sale, pepe nero macinato al momento, burro, olio extravergine d’oliva.

Procedimento
Prendere 4 fogli di pasta fillo cercando di non romperli e spennellarli leggermente con un pò di burro fuso. Tagliare 4 quadrati di circa 10 cm per lato e con questi foderare la parte esterna di  4 stampini per muffin (io ho utilizzato quelli in alluminio usa e getta). Proseguire con altri quadrati imburrati e tagliati nella stessa maniera e fare tre o quattro strati per ogni stampino facendoli aderire bene e dandogli la forma di un cestino. Mettere gli stampi rovesciati con la pasta fillo in alto, su una teglia da forno e infornarli a 180° per dieci minuti circa. Toglierli dal forno, farli raffreddare e poi toglierli dagli stampini.

Tagliare in dadolata il lardo, farlo saltare in una pentola antiaderente fino a farlo divenire trasparente e mettere da parte.

Mondare la verza eliminando le parti più coriacee, lavare le foglie, tagliarle a julienne e brasarle con la cipolla tagliata sottile e appassita nella medesima pentola dove e’ stato rosolato il lardo, unire il vino bianco e lasciar sfumare, regolare di sale e di pepe e mettere da parte.

Sciogliere delicatamente il caprino con la panna fresca, profumare con una macinata di noce moscata e qualche foglia di timo fresco.

Lappare il piatto con la fonduta, porre al centro il cestino di pasta fillo con la verza brasata e con una cucchiaiata di lardo croccante.



4 ingredienti:

Benvenuti nella mia cucina!