Se l'uomo è ciò che mangia, il cuoco è ciò che cucina?

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO

GENTE DEL FUD E DISSAPORE IN VIDEO
20foodblogger, 20prodotti, una passione: Pomodorino di Torre Guaceto o Cipolla di Acquaviva? ;)

La Cucina Italiana

La Cucina Italiana
Special Ambassador

Lettori fissi

la cucina di qb è anche app

la cucina di qb è anche app
per telefoni Nokia

Barcolana45: cooking show e contest per i 110 anni delle Cooperative Operaie. Con delle tartellette di pasta sucrè che profumano di Gubana



"Repetita juvant" erano soliti dire i nostri avi quando, registrato un successo ad un determinato evento, desideravano replicarlo per ottenerne un analogo risultato. Ed i numeri della Barcolana e delle Cooperative Operaie di Trieste parlano chiaro: la prima, la regata Velica più bella del mondo, è arrivata alla sua 45esima edizione mentre il prossimo 26 ottobre le Cooperative festeggeranno il 110 compleanno!
Si tratta di due realtà ricchissime di storia e con molto da raccontare e vi rimando ai rispettivi siti per suggerirvi le coordinate per un weekend davvero unico.

Molte le novità quest'anno: come prima cosa la diretta twitter ed instagram con gli hastag #barcolana45 e #barcolanalive per non perdere neppure un twitt, pardon, un momento della gara e dei numerosissimi eventi ad essa collegati.
Il Villaggio Barcolana infatti ospiterà concerti e momenti di puro divertimento anche per chi non è un patito di regate e in Arena Barcolana, uno spazio live con 300 posti coperti a sedere, avverranno i momenti più golosi, grazie appunto ai cooking show che giovedì 10 ottobre vedranno ben tre persone alternarsi ai fornelli, per una giornata davvero golosa, dedicata ai prodotti a km zero ed alla tradizione enogastronomica locale, una pregiata selezione che le Cooperative hanno chiamato "Arrivano i nostri", e che sarà possibile acquistare durante una passeggiata tra il mare e la città.


Ed io cosa c'entro? Beh, dopo i "Crostoli" dell'ultimo carnevale abbiamo deciso di organizzare un altro momento divertente e gustoso dove alcune mie proposte, ispirate al brunch domenicale da condividere con gli amici durante lo svolgimento della regata, verranno presentate e raccontate grazie al prezioso aiuto di Daniela Ferletta, che anticiperà anche il "Talent Chef", il prossimo contest dedicato a chiunque abbia una ricetta vincente da proporre e del quale vi darò notizia fra qualche giorno. Vi anticipo solo che il primo premio sarà una cena per quattro persone nel famoso ristorante "Orsone" di Joe Bastianich.

Vi aspetto quindi domani alle 15:30, e nel frattempo vi lascio con la mia personalissima interpretazione della Gubana, un dolce che vide la luce oltre 500 anni fa e del quale ogni famiglia friulana possiede la ricetta originale :)
In questa versione easy, visto che mi sono immaginata un brunch offerto da una padrona di casa appassionata di vela e che non vuole perdere la regata, distratta dalle lunghe lievitazioni previste dalla ricetta della tradizione, ho pensato di racchiudere in un piccolo e leggero guscio di frolla (come leggera è la pasta della Gubana) un trito croccante formato da semi e frutta secca e decorato con un ciuffo di delicatissima ricotta 
profumata con qualche goccia di grappa e di essenza di bergamotto.

Tartellette "croccanti" con ricotta  profumata di “Gubana”
Ingredienti (per 12 cestini)
Pasta frolla o pasta sucrè (qui la ricetta) con la quale ottenere delle piccole tartellette cotte in bianco, g 700 di ricotta freschissima, qualche cucchiaio di zucchero a velo profumato con i semini di 1/2 stecca di vaniglia, un paio di cucchiaini di grappa, 1 un'arancia bio, 1 cucchiaio di cioccolato fondente tagliato a scaglie, 1 cucchiaio di pistacchi, 1 di gherigli di noce, 1 di pinoli tostati, 1 di uvetta sultanina, 1 di nocciole tonde, due o tre fichi secchi, 1 o 2 albicocche secche, essenza di bergamotto.

Procedimento
Per le tartellette: cucinare in bianco delle tartellette di pasta frolla di ¾ cm di diametro ed abbattere.

Nel frattempo in una ciotola unire la ricotta setacciata, magari un paio di volte, con lo zucchero a velo (secondo il vostro gusto), la grappa e l'essenza di bergamotto e lavorarla velocemente con una frusta. Trasferire il composto con un sac a poche munito di punta a stella e mettere da parte in frigo.
Tritare i semi e la frutta secca e farcire la base delle tartellette, riempire i cestini con la crema di ricotta e completare i cestini con le scaglie di cioccolato fondente e qualche pistacchio tritato con il coltello.


Buon Vento! E godetevi questo video!

3 ingredienti:

  1. Che bello Anna che sei a Trieste! Verrò sicuramente con le piccole!

    RispondiElimina
  2. Allora faranno le assaggiatrici ufficiali!

    RispondiElimina
  3. che brava che sei...ma che te lo dico a fare :)

    RispondiElimina

Benvenuti nella mia cucina!